“Il Commissariato sia di primo livello”
12 Maggio 2022
Il maestro Zeman ha compiuto ieri 75 anni insieme al suo Foggia
13 Maggio 2022

Zeman: “Il futuro? Voglio allenare ancora e parlerò con il presidente”

All’andata era terminata con la vittoria sul fil di lana dei ragazzi di mister Zeman, con gol pesante di capitan Curcio. Ma il ritorno è il secondo tempo di queste partite dei playoff, e nonostante i due risultati su tre a disposizione il Foggia è caduto nel suo momento migliore allo stadio Comunale di Chiavari contro la Virtus Entella. Quando una volta raggiunto il pari con Petermann (dopo il gol nei primi minuti di gioco del primo tempo da parte di Rada per l’Entella) i foggiani si sono trovati anche in superiorità numerica, ma evidentemente e forse inconsciamente anziché dare il là ad una possibile goleada alla portata della squadra di Zeman, c’è stata un’inversione di rotta e i padroni di casa hanno alzato il baricentro sino a trovare il gol con Capello. Una Virtus Entella che ai Quarti di Finale dei playoff della C, sfiderà la Reggiana. Tuttavia, in casa Foggia nel giorno, ieri del suo 102esimo compleanno, rimpianti a parte, deve restare l’orgoglio di una squadra giovane ed anche un po’ inesperta che ha gettato il cuore oltre l’ostacolo ed è arrivata al Primo Turno Nazionale dei playoff con la concreta possibilità che aveva di potersi portare ancora avanti. Una squadra che per la prossima stagione necessiterà di qualche puntello per alzare l’asticella inevitabilmente e portare avanti con orgoglio i programmi ‘imbastiti’ dal presidente Nicola Canonico. Il primo passo sarà il rinnovo del tecnico boemo, con il quale il patron Canonico si siederà a tavolino e dovrà programmare insieme al diesse Peppino Pavone, altro artefice delle imprese del Foggia, la prossima stagione. Al termine della partita, l’ultima stagionale, mister  Zeman, come riportato dal sito ufficiale ha detto e ringraziato i suoi ragazzi: “Nel calcio esiste la sfortuna ma penso che la squadra ha dato tutto anche se nei primi venti minuti abbiamo trovato difficoltà nei punti di riferimento. A parte il palo e il rigore su Curcio netto, la squadra è questa e a me piace. Purtroppo ci sono mancati tre squalificati e poteva essere una partita diversa anche se poi il risultato non si sa come sarebbe andato. Sono successe tante cose quest’anno che ci sono costate come i sei punti contro il Catania che ci hanno tolto energie. Salutiamo il Campionato ma sono contento e devo ringraziare i ragazzi per quello che hanno fatto durante la stagione”. Sul suo futuro Zeman ha concluso:  “Per il mio futuro devo parlare con il Presidente certo che noi tutto l’anno abbiamo sofferto e non per colpa solo nostra. Ho ancora voglia di allenare. Ripeto questa squadra sicuramente non aveva grossi mezzi rispetto ad altre squadre che hanno partecipato al girone C però ce l’ha fatta e i ragazzi hanno dato tutto. Mi dispiace che siamo usciti però il calcio è questo uno vince e uno perde”. (Ph. Calcio Foggia).

M.I.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *