Cronaca

Voto libera Maria è la ventunesima centenaria di Ischitella

Al lungo elenco sotto riportato ne mancano infatti due,che momentaneamente non ricordo.Antonia Colecchia,Donata Voto,Maria Triggiani,Lucrezia d’errico,Mancin Ester,Maria Michela Dattoli,Gina d’Anelli,Libera Maria Rinaldi,Michele Pizzarelli,Lucia Ventrella,Libera d’errico,Iacovone Nicola,Carbonella Carmine,Maiorano Domenico,Triggiani Orsola,Ciardone Lucia,Ventrella Giuseppe,Dattoli Libera e Voto Libera Maria.Quattro sono quelli viventi: Domenico Maiorano,Carbonella Carmine, Triggiani Orsola e Voto Libera Maria gli altri sono tutti deceduti.Questo rende Ischitella un paese di soli 4400 abitanti con un tasso di longevità che può essere uguagliato alla Sardegna od altre zone del mondo dove abbondano i centenari.Ma passiamo alla festeggiata di oggi. Dopo essere stata festeggiata in chiesa dopo la messa ufficiata da don Francesco Agricola nella chiesa di San Francesco ,   la festa è proseguita nella propria abitazione a Ischitella nel pomeriggio dove circondata dall’affetto dei suoi familiari ha tagliato la torta dei suoi cento anni.Seconda di quattro fratelli : Angelo,Maria Vincenza e Felice il destino ha voluto che rimanesse vedova per due volte,ma in compenso è amata da tantissimi nipoti Alfonso,Antonietta,Rosetta,Pasquale Rosetta Michele,Rosina Raffaele e lo era anche da altri due: Pasquale e Cosimo che sono deceduti.Dopo pochi giorni che si era sposata con il marito Russi Antonio,da quale era rimasta incinta ,quest’ultimo fu chiamato nel corso della seconda guerra mondiale e durante il conflitto mondiale la nave nella quale si era imbarcato fu affondata dal nemico in prossimità dell’isola di Creta e da allora fu dato per disperso ,dolore che compromise la sua gravidanza dando alla luce il bambino che portava in grembo morto. Dopo 11 anni si risposò con il cognato,fratello del marito di nome Rocco negli anni 50, ma anche di questo rimase vedova nel 1993 senza avere figli.Grande lavoratrice svolse l’attività di coltivatrice diretta,che abbinava ai lavori domestici e all’uncinetto.Di carattere forte e determinato ancora alla sua veneranda età si diletta ancora a fare pulizie nell’orto sottostante alla propria abitazione .L’amore per i suoi nipoti la porta spesso a raccontare loro annedoti e divertenti barzelette.Lucida nonostante l’età ,ha una predilizione particolare per la pulizia ,che la porta sempre a tener in ordine e pulito l’appartamento dove spesso ospita i propri nipoti.Mangia di tutto ,verdura,carne e pesce ed ha una predilizione particolare per l’anguilla.Non possiamo che augurare a Libera di Maria di poter vivere ancora il più possibile e magari anche di più delle altre centenarie ischitellane che l’hanno preceduta.

 

Giuseppe Laganella.

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicato il 1 Settembre 2017

Articoli Correlati

Back to top button