Il Foggia Film Festival apre con l’attrice Isabel Russinova
23 Novembre 2019
Alessia Gazzola lancia la giovane Costanza
26 Novembre 2019

Vico nella squadra dei Borghi più belli d’Italia

Tutto il mondo in 11 paesi, i “Borghi più belli di Puglia”, quelli che possono fregiarsi, a pieno titolo, del marchio di qualità e interesse turistico-culturale de “I Borghi più belli d’Italia”: al FICO Eataly World di Bologna, il 22-23 e 24 novembre, Vico del Gargano e gli altri ‘magnifici’ 10 hanno partecipato alla seconda edizione del Festival Nazionale de I Borghi più belli d’Italia. Migliaia di persone, nell’avveniristica struttura bolognese, hanno ammirato (e assaporato) il patrimonio naturalistico, architettonico, culturale e gastronomico di Vico del Gargano, Pietramontecorvino, Alberona, Roseto Valfortore, Bovino, Locorotondo (Ba), Cisternino (Br), Maruggio (Ta), Otranto (Le), Specchia (Le) e Presicce (Le). La delegazione vichese, guidata dal consigliere comunale delegato Porzia Pinto, a Bologna ha incontrato e lavorato fianco a fianco con il presidente dei Borghi più belli di Puglia Mario Saponaro e i delegati istituzionali di tutti gli 11 Comuni delle diverse province pugliesi. “Con il presidente e tutti gli altri responsabili comunali”, ha annunciato Porzia Pinto, “stiamo lavorando alla costituzione dell’associazione che riunirà gli 11 comuni della Puglia certificati dal marchio e promossi nella rete de I Borghi più belli di Puglia”. A Bologna, negli spazi dedicati alle meraviglie pugliesi, c’erano le paposce vichesi, l’olio extravergine d’oliva prodotto a Vico, le marmellate d’agrumi dell’unico comune del Gargano a fregiarsi del marchio dei “più belli” e, ancora, i dolci tipici, i prodotti da pasticceria, i biscotti e i prodotti da forno. “Voglio ringraziare tutti i produttori e le realtà aziendali di Vico che hanno fornito gratuitamente il paniere di tipicità promosse a Bologna”, ha aggiunto Porzia Pinto citando Pizzicato, il Biscottificio Nonna Maria, l’Oleificio Fiorentino, Eco del Mare, la pasticceria Dolci Pensieri ed Essenza Garganica. Nel capoluogo emiliano-romagnolo, assieme agli altri comuni, anche Vico del Gargano ha promosso il borgo attraverso materiale informativo, fotografie e video. Ci sono solo tre elementi che accomunano ciascuno degli undici paesi: il primo è l’ulivo, il secondo è l’appartenenza alla regione da molti giudicata come la più bella del mondo; il terzo è quello di aver deciso, da alcune settimane, di mostrarsi e raccontarsi tutti attraverso un’unica pagina social, quella denominata “Borghi più belli di Puglia” (https://www.facebook.com/Borghi-pi%C3%B9-belli-di-Puglia-113209940116159/). La pagina è stata attivata su facebook lo scorso 2 novembre. In 20 giorni, ha raggiunto circa 100mila persone di 10 Paesi di tutto il mondo: Stati Uniti, Canada, Germania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Spagna, Belgio, Egitto e utenti di ogni parte d’Italia. La meraviglia di questi borghi non sta soltanto nella loro bellezza, ma anche nella varietà di paesaggi architettonici, naturalistici e culturali che sono capaci di esprimere. La Puglia, attraverso i suoi “magnifici 11”, è la rappresentazione di tutte le anime del Mediterraneo, di una terra protesa verso altri Paesi, altre culture che qui hanno trovato rifugio e dimora, lasciando e imparando qualcosa, in uno scambio che è diventato crocevia di cultura e bellezza. Nella nuova guida a I Borghi più belli d’Italia, la Puglia inizia a pagina 572. Vico del Gargano è il borgo più a Nord. Del “paese dell’amore”, legato al Patrono San Valentino, la guida mette in evidenza come sia “scolpito nella pietra” e si trovi fra due cieli: il mare delle frazioni di San Menaio e Calenella e il verde della Foresta Umbra. E poi il suo centro storico, i riti intensi e coinvolgenti del periodo di Pasqua, gli uliveti a perdita d’occhio, i meravigliosi agrumeti tra mare e montagna.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *