Cronaca

Uno Spazio Giallo per i figli di genitori detenuti

I bambini che entrano nel carcere saranno accolti in uno spazio, più grande e idoneo, dalle operatrici professionali di Lavori In Corso Aps

Si è svolta l’inaugurazione della nuova struttura riservata a ospitare lo Spazio Giallo, realizzata all’interno della Casa Circondariale di Foggia.

La nuova struttura di circa 25 mq, ideata e costruita appositamente, amplia lo Spazio Giallo già presente nel carcere di Foggia. I bambini che entrano in istituto saranno accolti in uno spazio, più grande e idoneo, dalle operatrici professionali di Lavori In Corso Aps, referente territoriale di Bambinisenzasbarre, e potranno prepararsi durante la delicata fase di attesa prima dell’incontro con il genitore.

Alla cerimonia hanno preso parte il Direttore d’Istituto Giulia Magliulo, il vice Direttore Michele De Nichilo, il Comandante d’Istituto Claudio Ronci, la Sindaca di Foggia Maria Aida Episcopo, l’Assessore Politiche sociali, dell’infanzia e della famiglia Simona Mendolicchio, la Presidente della Camera minorile di Capitanata Anna Lucia Celentano, in rappresentanza di Enel Cuore Onlus Angelo Di Giovine – Affari Istituzionali territoriali Enel, la Coordinatrice della Rete Nazionale di Bambinisenzasbarre Martina Gallon e la fondatrice di Lavori In Corso Aps Antonietta Clemente, referente territoriale di Bambinisenzasbarre.

Al taglio del nastro, davanti ai giornalisti presenti, la dott.ssa Magliulo ha espresso la sua soddisfazione per l’apertura della nuova struttura dello Spazio Giallo nel carcere. Risultato raggiunto, al termine di un lungo iter burocratico, grazie al lavoro congiunto dell’intero personale della Casa Circondariale, di Lavori in Corso, Bambinisenzasbarre e Enel Cuore Onlus. Dopo il Direttore è intervenuta Martina Gallon, Coordinatrice della Rete Nazionale di Bambinisenzasbarre, che ha sottolineato come un progetto architettonico ad hoc che ha visto la realizzazione di una nuova struttura volta ad ampliare lo Spazio Giallo nel carcere Foggia sia un segnale tangibile di attenzione dell’istituzione nei confronti dell’infanzia che incontra il carcere e di applicazione delle linee guida della Carta dei diritti dei figli di genitori detenuti.

Antonietta Clemente, fondatrice di Lavori in Corso Aps, associazione partner di Bambinisenzasbarre, ha sottolineato l’importante lavoro di rete svolto sul territorio che ha trovato riscontro nell’interesse dell’intera comunità verso questi bambini e le loro famiglie, inviando un messaggio importante nei loro confronti, non considerandoli degli emarginati o stigmatizzati ma interessandosi della loro situazione e dei loro bisogni e che risulta essere molto importante anche in termini di prevenzione della recidiva.

La sindaca di Foggia Maria Aida Episcopo, intervenuta con l’Assessore Mendolicchio, si è detta lusingata dell’ampliamento dello Spazio Giallo e ha ribadito l’impegno dell’amministrazione comunale nei confronti del carcere, con cui l’amministrazione cittadina intende dialogare sempre più con azioni mirate a rendere il carcere un luogo più vivibile, inclusivo e di integrazione anche con l’introduzione della figura del Garante per i diritti delle persone private della libertà personale a livello cittadino.

A chiudere gli interventi in rappresentanza di Enel Cuore Onlus è stato Angelo Di Giovine, Affari Istituzionali territoriali Enel che si è detto molto contento dell’entusiasmo di tutti gli intervenuti all’inaugurazione del nuovo Spazio Giallo dedicato a bambine e bambini che si trovano a vivere l’esperienza di avere un genitore detenuto, un altro tangibile risultato della collaborazione con Bambinisenzasbarre che risale al 2015.


Pubblicato il 21 Febbraio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio