Tavoli e sedie all’aperto, il Comune va incontro ai gestori dei locali
26 Giugno 2020
Il Parco del Gargano valorizza l’accesso alla Basilica di Monte Sant’Angelo
27 Giugno 2020

Un progetto della Provincia per riscoprire il valore storico-culturale della Transumanza

Presentata alla Regione Puglia la richiesta di finanziamento del progetto “Palazzo Dogana nella Storia della transumanza”, promosso e coordinato dal Settore Programmazione Scolastica dell’Ente. Si tratta di un programma di iniziative che consentirà, attraverso pubblicazioni, concerti, installazioni artistiche ed eventi enogastronomici, di ampliare la conoscenza della transumanza nel Palazzo e condurrà i cittadini e i visitatori alla scoperta di una nuova visione del patrimonio culturale della Capitanata. “Abbiamo presentato in Regione un progetto interessante ed articolato per una serie di eventi ed iniziative legate alla transumanza che, se finanziato, ci consentirà di non dimenticare le nostre radici nel segno della storia e delle tradizioni. Vogliamo valorizzare Palazzo Dogana in tal senso ed utilizzare gli splendidi spazi del cortile e di tutto l’edificio. – Dichiara il Presidente della Provincia, Nicola Gatta – L’Unesco ha eletto la sede storica dell’Ente Provincia quale “Monumento messaggero della Cultura di Pace” per essere stata, nei secoli, punto di riferimento per i popoli del Mezzogiorno e ha dichiarato la Transumanza patrimonio immateriale, consegnandoci una grande opportunità per tutto il territorio attraversato da tanti Regi tratturi.  Riconoscimenti che rafforzano le tradizioni e che ne riconoscono l’assoluto valore storico, ambientale e sociale. Mi preme sottolineare che, da tempo, la Provincia non pubblica, in proprio, volumi sulla storia di Palazzo Dogana e questa progettualità ci metterebbe nelle condizioni giuste per farlo”. Palazzo Dogana, risale al XV secolo ed è uno dei più antichi palazzi di Foggia, ospitò la Regia Dogana della Mena delle pecore fino all’inizio del XIX secolo.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *