Montanaro: “Gran balzo in avanti nei livelli di assistenza”
6 Luglio 2021
Le più belle colonne sonore del cinema con il Piccolo Ensemble Musikè
7 Luglio 2021

Si attende l’ufficialità del neo diesse, Peppino Pavone

Dopo l’arrivo in grande stile del maestro Zdenek Zeman, l’addio di Marchionni senza comunicazioni dirette ma solo con un annuncio, è tornato il silenzio in casa Foggia, dove si attendono l’ufficialità del diesse Peppino Pavone, già a lavoro per il calciomercato, e della location del ritiro insieme al calendario delle amichevoli, anche se la sede prevista dovrebbe essere quella del Trentino Alto Adige ed in particolare a Ronzone, ne pressi di Trento. Tuttavia la priorità per il Foggia era risolvere immediatamente l’iscrizione al prossimo campionato ed il presidente Canonico non ha perso tempo ed ha provveduto immediatamente. Il silenzio, molto probabilmente sarà una strategia già prefissata per annunciare nuovamente in grande stile ma con concretezza nuove operazioni. La settimana in corso, entro le prossime 48 ore potrebbe essere annunciato il diesse Peppino Pavone e convocata una conferenza di presentazione ufficiale alla stampa, presumibilmente venerdì o sabato, stessa giornata già utilizzata per presentare il boemo. Dopodiché si passerà alla riorganizzazione della società, che dovrebbe coinvolgere tutti i settori. Seppure il ds Pavone non è stato ancora ufficializzato è già a lavoro da quasi una settimana e molti sono già i nomi accostati al club rossonero. Si sa, alcuni possono essere solo suggestioni, ma forse c’è anche un fondo di verità per la pista che porta a Mamadou Tounkara, centravanti fisico e di grande potenza, 13 gol in 36 presenze se dovesse approdare al

fantasioso, altri del tutto improbabili. Come dichiarato nella conferenza stampa di presentazione, a Zeman non interessano necessariamente nomi altisonanti, ma gente vogliosa e affamata. L’altro profilo sotto la lente di ingrandimento del diesse Pavone è l’attaccante Giancarlo Malcore dell’Audace Cerignola, bomber che piace anche ad alti club di Lega Pro e che è quasi impossibile che resti in D dopo una stagione a suon di gol. Per l’attacco circolano anche i nomi di Eugenio D’Ursi, ex Bari che però è oggetto di interesse anche del Pescara, e di Anthony Partipilo dalla Ternana, il quale dopo il campionato strepitoso in Lega Pro e l’aver conquistato la B con gli umbri, vorrebbe restare a Terni nella serie cadetta. In uscita, invece, ci sono diversi nomi: a partire dal portiere Ermanno Fumagalli, il quale dopo che è saltato lo scambio con Crispino della Virtus Francavilla è destinato comunque a lasciare la Capitanata, nonostante la buona stagione; su Roberto Di Jenno e Garofalo ci sono valutazioni  corso ed i giocatori potrebbero partire alla volta del ritiro, presumibilmente in Trentino e poi si deciderà, mentre ha poche chance di restare il capitano e capocannoniere rossonero Alessio Curcio, ottimo elemento ma che nel 4-3-3 di Zeman dovrebbe giocare adattato come esterno. Anche qui da valutare. Infine, insieme a Fumagalli, certo della partenza sono in odore di cessione anche Salvi, Dell’Agnello ed il rientrante Gentile. Infine per il Santanello, il 13 luglio ci sarà nuovamente l’asta per l’acquisizione del logo creato da Saverio Russo. Dopo l’esperimento numero 3 andato deserto, il prezzo del logo è sceso a 44.800€, con due possibilità: che il prezzo o scenderà ulteriormente o che un’altra società foggiana interessata per la cifra suddetta potrebbe assoggettarsi il logo del Foggia.

M.I.

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *