Vico, a “Un libro per amico” s’indaga su “il Comportamento magico”
8 Agosto 2022
Annata difficile per l’olivicoltura. Stime del -30% sulla produzione
8 Agosto 2022

Si annuncia un’ ottima annata per il vino pugliese

Si annuncia un’ ottima annata per il vino pugliese specie per quanto riguarda la qualità, un po’ meno per la quantità. Questa la previsione alla vigilia della vendemmia 2022 di Massimiliano Apollonio, Presidente del Movimento Turismo Vino della Puglia.

Presidente Apollonio, che vendemmia sarà ?

” Direi nel complesso buona. Il tutto naturalmente si rifletterà sulla qualità del vino”.

Cioè?

” Prevediamo da questa vendemmia un vino di alta qualità e per molti addirittura sarà forzatamente al 100 per cento biologico. Infatti i costi elevati dei fertilizzanti e la loro indisponibilità, giocoforza ha spinto molti a coltivare senza. Un vantaggio sulla qualità per un verso e forse uno svantaggio per la quantità. In poche parole l’ assenza dei trattamenti a mio avviso gioverà alla bontà del prodotto,  meno alla quantità”

La siccità che effetto ha provocato?

” Sino ad aprile  ha piovuto parecchio e i terreni argillosi hanno tenuto. Quelli sabbiosi meno. Certamente il caldo stressa la vigna, anche se non ci saranno grossi danni”.

Quali i vini che si annunciano in spolvero?

” Sarà un’ annata super per il Negroamaro, davvero molto buona, i grappoli infatti sono belli carichi e maturi, bisogna attendere prima di esprimere valutazioni sul Susumaniello, previsioni positive per il primitivo e per il Nero di Troia. In ogni caso, dia retta a me, la Puglia non tradirà le attese e produrrà vino di alto livello”.

Più quantità o qualità?

” Come dicevo il caldo e la mancanza dei fertilizzanti incideranno sulla quantità dell’ uva, ma dall’ altra parte avremo un prodotto di qualità eccellente, forse persino superiore a quella dello scorso anno che pur fu molto buona”.

Qual è lo stato dell’ enologia in Puglia?

” Ha fatto sicuramente dei grandi progressi, tuttavia si potrebbe e dovrebbe dare molto di più. A mio avviso è necessario ed anche urgente fare sistema e rete tra i produttori, per far crescere la Puglia del vino che non ha nulla ha da invidiare ad altre regioni. Il nostro Movimento del Turismo del Vino, che gioca un ruolo importante, si muove appunto in questa direzione. Il turismo enogastronomico è di capitale importanza”.

Bruno Volpe

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *