In vendita i pomodori pelati prodotti dai ragazzi di casa Sankara
20 Febbraio 2021
I Cine dialoghi con Angelo Loy e Christopher Holt
23 Febbraio 2021

Scuole chiuse in Puglia, attività 100% in digitale

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha firmato ed emanato questa mattina l’ordinanza sulle ‘Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid – 19′ che dispone da lunedì 22 febbraio e fino a tutto il 5 marzo la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado e i Centri professionali istruzione adulti (Cpia).
Le lezioni si svolgeranno al 100% in modalità digitale integrata (Ddi), secondo quanto previsto dal Decreto ministeriale 89/2020 contenente le Linee guida sulla Didattica Digitale Integrata di cui al Decreto del Ministro dell’Istruzione 26 giugno 2020 riservando, “sulla base della valutazione dell’autonomia scolastica, l’attività didattica in presenza agli alunni per l’uso di laboratori qualora sia previsto dall’ordinamento, o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata”.E’ lasciata facoltà alle Istituzioni Scolastiche di ammettere in presenza gli alunni che, “per ragioni non diversamente affrontabili”, non abbiano la possibilità di partecipare alla didattica digitale integrata, purché, complessivamente, “non venga superato il limite del 50% della popolazione scolastica per ogni singola classe o sezione d’infanzia”.
Le scuole devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, attraverso la procedura predisposta sulla piattaforma www.studioinpuglia.regione.puglia.it, il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi al Covid-19 o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid. Le istituzioni scolastiche devono garantire, nell’ambito della propria autonomia organizzativa, le condizioni utili a consentire “una idonea erogazione e fruizione della didattica digitale integrata”.
Ogni adempimento tecnologico deve avvenire con l’urgenza del caso.
L’ordinanza, oltre ad essere pubblicata sul Bollettino ufficiale viene trasmessa, per gli adempimenti di legge, al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della Salute, al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, al Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, ai Prefetti delle province ed ai Sindaci dei comuni pugliesi.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *