Cronaca

San Giovanni Rotondo, nuove reti idriche e fognarie nelle contrade

Un milione di euro per il miglioramento delle infrastrutture a sostegno del territorio

 “La rifunzionalizzazione e l’estendimento della rete idrica e fognaria sono processi cruciali per garantire la fornitura di acqua alla comunità, con il miglioramento delle infrastrutture esistenti che rende la rete più efficiente e capace di soddisfare le crescenti esigenze del territorio”. Lo ha sostenuto Raffaele Piemontese, Vicepresidente della Regione Puglia e Assessore alle Risorse idriche, aprendo il convegno “Un secolo di Acquedotto Pugliese, ieri, oggi e domani” tenutosi nel chiostro comunale di San Giovanni Rotondo. L’evento nel Gargano centro meridionale fa seguito a quello del Teatro Giordano di Foggia sul governo dell’acqua pubblica, organizzato nell’ambito di Futura e degli eventi realizzati da Regione Puglia, Comune di Foggia ed AQP nel celebrare il primo zampillo della Fontana del Sele il 21 marzo del 1924.

 

“A San Giovanni Rotondo l’acqua pubblica è arrivata, portando con essa il benessere, tra il 1935-36. Al netto della rilevanza storica – ha sottolineato il sindaco Michele Crisetti – allora come oggi questi processi hanno richiesto un’attenta pianificazione e gestione, considerando fattori come la crescita della popolazione, il cambiamento climatico e le risorse economiche disponibili. Inoltre è stato fondamentale coinvolgere la comunità nel processo di pianificazione per assicurare che le soluzioni adottate rispondessero efficacemente alle esigenze del territorio. Da qui la nostra compartecipazione di 537.489,45 euro, a copertura della parte eccedente la quota finanziabile”.

“Continuiamo ad accompagnare i Comuni in questo ulteriore passo, dal risanamento delle reti idriche agli estendimenti idrico-fognari, in attuazione della programmazione e delibere autorizzative di AIP che, da ente di governo dell’acqua pubblica pugliese – ha evidenziato il componente del Consiglio direttivo dell’Autorità Idrica Pugliese (AIP), Michele Merla – sta ulteriormente sviluppando la fornitura idrica e fognaria. L’acqua è un bene comune da proteggere insieme e se il Servizio idrico integrato pugliese compie uno straordinario salto di qualità lo dobbiamo all’interazione virtuosa tra la Regione Puglia, AQP ed AIP”.

Una rete efficiente, di acqua potabile e di fognatura, assieme ad una depurazione altrettanto efficiente, sono un passo decisivo – ha concluso la Consigliera di amministrazione di AQP, Rossella Falcone – per lo sviluppo sociale ed economico del territorio. Per noi lo sono anche in termini di sostenibilità tanto da aver previsto nei prolungamenti delle reti idriche, in molti casi con anellamenti tecnici funzionali alle miglior gestione, e di quelle fognarie, l’utilizzo di materiali in ghisa sferoidale, gres ceramico; limitando al massimo l’utilizzo di materiali plastici, nel rispetto della normativa ambientale e delle politiche di sostenibilità attuate da AQP sul territorio”.

 


Pubblicato il 15 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio