Al via il consolidamento geomorfologico e la riqualificazione del versante collinare del Castello
12 Gennaio 2022
Successo di pubblico per la “Casa di Babbo Natale”, la più visitata del Sud Italia
13 Gennaio 2022

Russini, Provenzano e la suggestione Deli

Il Foggia ottavo in classifica vuole alzare l’asticella e migliorare, ed avrà un girone di ritorno per farlo, con un mercato che si chiuderà a fine gennaio ed una sola giornata di ritorno già disputata a fine dicembre, esattamente il 22 dicembre scorso. La squadra di Zeman sta lavorando intensamente tra carichi di lavoro, ripetute e tanto altro. Ma sull’altro fronte c’è il diesse Peppino Pavone, che vuole costruire il miglior giocattolo per il boemo, e mettergli a disposizione il miglior materiale per consentire ai rossoneri di correre maggiormente e togliersi le debite soddisfazioni di un progetto importante quanto ambizioso che vuole costruire come ha dichiarato da quando si è insediato a giugno scorso, il presidente Nicola Canonico.  Per l’attacco ci sono due obiettivi, uno quello di Peralta della Ternana che resta alla portata anche se sull’italoargentino ci sono diversi club interessati anche in ‘cadetteria’. L’altro è Simone Russini del Catania, ma occorre muoversi lentamente e alla fine non saranno esclusi colpi nell’ultima settimana di mercato che sbloccherebbero la situazione. Due sono invece le suggestioni, una Djavan Anderson del Cosenza ed ex Lazio, ma obiettivo non molto alla portata, l’altro il centrocampista Francesco Deli, in forza alla Cremonese ed ex Foggia, ma con grande mercato in B perciò la situazione resta in stand-by.  Non veritiere, invece, le voci che davano Cristian Galano vicino al ritorno al Satanello, il giocatore abruzzese quasi certamente lascerà Pescara per altre destinazioni. Infine, possibile e fattibile la pista che porta ad Alessandro Provenzano, classe 1991, forte centrocampista in forza al Catania, interesserebbe al diesse del Foggia che però sta lavorando anche su altri obiettivi.

M.I.

 

 

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *