L’Università di Foggia vara SPIN, lo Sport per l’inclusione
11 Luglio 2019
Velostazione di Candela, “noi continuiamo a pedalare!”
12 Luglio 2019

Pomodoro, quantitativi stabili ma con prezzi migliori

Stabili le superfici coltivate e i quantitativi attesi; la buona notizia per gli agricoltori è l’aumento dei prezzi, saliti del 10 per cento. Si annuncia positiva la campagna del pomodoro in provincia di Foggia, terra per eccellenza dell’oro rosso. La raccolta inizierà a fine luglio. L’accordo sottoscritto al centrosud fra Organizzazioni di Produttori e industrie di trasformazione riconoscerà 9,5 centesimi al chilo per il tondo e 10,5 centesimi per il lungo. Circa 1500 i produttori attivi in Capitanata, dove sono 18 mila gli ettari dedicati a questa coltura. Come per lo scorso anno, si dovrebbero raccogliere 15 milioni di quintali di pomodori: in pratica, la provincia di Foggia produce un terzo del totale nazionale, che registra una media di 45 milioni di quintali all’anno. Oltre alla Capitanata, il pomodoro è coltivato in modo intensivo nell’agro emiliano, fra Parma e Piacenza: qui, però, si tratta esclusivamente del tondo, mentre il lungo è un vero e proprio marchio distintivo dell’agricoltura del Foggiano. Ma un po’ alla volta, anche in Capitanata i coltivatori stanno dando sempre più spazio al tondo, perché più versatile in cucina e nella lavorazione dei suoi derivati: ciò, per esplicita richiesta delle grandi industrie del pomodoro, come la Princes e la Doria. E’ il mercato, come sempre, a dettare le regole: l’Italia produce 180 volte il suo fabbisogno interno, poiché il 90 per cento del prodotto viene esportato.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *