Doppio album in uscita per i cantautori sanseveresi
25 Giugno 2020
Gli architetti propongono gli Stati Generali della provincia
25 Giugno 2020

Periferie al Centro, si riparte

La data del 15 giugno ha segnato la fine del lockdown per i teatri e l’inizio di un periodo nuovo segnato da ripartenze e speranze. Ed è in procinto di ripartire anche “Periferie al centro”, l’intervento di inclusione culturale e sociale della Regione Puglia – Assessorato all’Industria turistica e culturale e Assessorato al Bilancio e programmazione unitaria, Politiche Giovanili, Sport per tutti e coordinato dal Teatro Pubblico Pugliese. Dopo l’espletazione del bando, che ha visto la partecipazione di 51 soggetti provenienti da tutta la Puglia e oltre, ricordiamo sono 33 quelli ammessi a finanziamento. Adesso è dunque tempo di ricominciare anche per i diversi progetti che vedono protagoniste le comunità impegnate a riorganizzare laboratori e nuove tempistiche.

Ma vediamo tutte le ripartenze, provincia per provincia. Lecce: il progetto “Altri luoghi, arte e cultura” di Le Giravolte, riprenderà il calendario delle attività il 28 giugno ad Aradeo attraverso un incontro con Bruno Tognolini. In provincia di Brindisi i vari progetti stanno rimodulando le attività e a breve si ricomincerà con i laboratori. In provincia di Foggia, ricomincerà a fine giugno “Al buio al buio” della Piccola Compagnia Impertinente, mentre “Cinque reali Siti: luoghi ospitali-Itinerari in arte” ha ripreso le attività on line a metà marzo ed è in attesa di riavviare le attività “in presenza”. In rimodulazione anche “No man’s Land” del Teatro dei Limoni che ha svolto un’intensa attività nelle scuole, mentre il 18 giugno è ripartita l’attività de “Io lo so che non sono solo, anche quando sono solo” della Compagnia Palcoscenico. Scalda i motori anche “Semi della passione=frutti dell’arte” del MAG, in partenza dal 29 giugno. In provincia di Taranto, a Palagiano, sono cominciati i laboratori del progetto “Periferie Infinite. Dalle periferie locali alle periferie mondiali” del Teatro Le Forche”. Anche in provincia di Bari e nella Bat le comunità si stanno riorganizzando: sono terminati i laboratori del progetto “Il trasporto dei miti” del Teatro dei Borgia, che sta rimodulando le date degli spettacoli; a Bisceglie ha riscosso particolare successo “Il tempo dei piccoli” a cura di Kuziba nell’ambito del progetto “La città bambina”; gli altri progetti sono in fase di rimodulazione. “Con la ripartenza del progetto Periferie al Centro cogliamo un segnale di speranza per l’intera comunità culturale pugliese – afferma il Presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe D’Urso -. L’intero settore della formazione teatrale e dello spettacolo dal vivo hanno bisogno di iniezioni di fiducia, e questa iniziativa va proprio nella direzione di favorire la ripartenza anche nei piccoli Comuni della Puglia”. Diversificata la provenienza geografica dei vincitori, che hanno coperto tutte e sei le province pugliesi. Questi i vincitori, attraverso l’indicazione dei soggetti senior che avevano presentato la domanda: Bottega degli Apocrifi, Vico Quarto Mazzini Le Giravolte, Onirica, Ultimi Fuochi Teatro, Piccola Compagnia Impertinente Teatro dei Borgia, Compagnia Salvatore della Villa, Animalenta, Argot, Fondazione Sat, Improvvisart, Teatro Le Forche, Koreja, Galleria Manfredi,  Armamaxa, Compagnia Licia Lanera,  Teatro dei Limoni,  Kuziba, Qualibò,  Petra, Ura Teatro,  Fretania Teatri,  Principio Attivo Teatro, Equilibrio Dinamico, Alibi, Fatti D’Arte, Teatri di Bari, Mag-Movimeno Artistico Skyline,  Compagnia Teatrale Palcoscenico, Apulia Arte, Turismo e Cultura, C.M.C. L’intervento si concretizza in un insieme di azioni volte a valorizzare le periferie e il loro ruolo attraverso un’offerta culturale e una specifica programmazione di spettacolo dal vivo mirate a rivalutare le periferie stesse nell’ottica di luoghi di apertura e sperimentazione, capaci di diventare motore propulsore di nuovo sviluppo culturale e sociale. Diversi anche i Comuni pugliesi coinvolti nel progetto: in totale, considerando i progetti vincitori, sono 101 le periferie coinvolte, tra Comuni e quartieri periferici di città.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *