È morto Pasquale Casillo, il “re del grano” che traghettò il Foggia in serie A
9 Settembre 2020
Messa di Gloria di Pietro Mascagni al Duomo di Cerignola
9 Settembre 2020

Nasa Space Apps Challenge sbarca a Foggia

L’evento internazionale organizzato dalla NASA si svolgerà nei giorni 2, 3 e 4 ottobre 2020 in via telematica. I vincitori si aggiudicheranno il titolo locale che consentirà loro di competere per il titolo globale.“NASA Space Apps Challenge”, il più importante hackathon internazionale organizzato dalla NASA e dedicato alle tecnologie spaziali e alle sue applicazioni sulla Terra, si terrà a Foggia nei giorni 2, 3 e 4 ottobre 2020 esclusivamente in forma digitale a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19. L’iniziativa fu voluta dal Presidente Barack Obama e si svolge ogni anno a partire dal 2012.L’evento vedrà singoli partecipanti o team sfidarsi nel cercare nuove soluzioni a problematiche della vita quotidiana attraverso i dati resi disponibili dalla NASA creando un progetto che, concesso necessariamente in licenza Open Source, dovrà essere redatto in lingua inglese. Non vi è limite di età per parteciparvi, ad eccezione dei minori di 13 anni che dovranno essere guidati da un adulto. Il singolo vincitore o il team vincente si aggiudicherà il titolo locale necessario al fine di competere per il titolo globale. Sul sito ufficiale sarà comunque possibile trovare maggiori dettagli. Una commissione di Washington costituita da membri della NASA ha ritenuto valida la candidatura di Foggia per la “NASA Space Apps Challenge” riconoscendone la sua storia e la sua cultura, affidandone l’organizzazione ad Antonio Piazzolla, giornalista e divulgatore scientifico foggiano. Ricordiamo che Antonio Piazzolla è stato anche studente UNIBA, nominato dall’ex rettore membro del Gruppo di lavoro in materia di comunicazione e rapporti con stampa e media dell’ateneo, dopo l’assegnazione del premio Nazionale di divulgazione scientifica nel 2016. Secondo Piazzolla l’iniziativa potrebbe davvero rivelarsi una svolta per il territorio. La Puglia, infatti, è tra i primi partner degli Stati Uniti in ambito spaziale, tant’è vero che a Grottaglie sono in corso gli ultimi lavori per la creazione del primo “spazio-porto” europeo che consentirà voli turistici nello spazio. Non bisogna dimenticare, inoltre, che in Puglia vi sono molte realtà rilevanti per il settore spaziale, operanti già da diversi decenni, a dimostrazione di come il territorio sia ormai configurato per un’industria innovativa. La NASA, quindi, sbarca a Foggia in un contesto appropriato e vantaggioso per l’intera Puglia in cui Space Apps Challenge si configurerà come una strada verso l’innovazione e lo sviluppo tecnologico e occupazionale del nostro territorio. L’evento ha trovato l’appoggio dell’Ente Fiera di Foggia in qualità di partner, anche se, come già detto, l’edizione del 2020 sarà esclusivamente online.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *