La ‘Scalinata della legalità’, Vieste non dimentica
5 Luglio 2019
Area Marina Protetta, le Isole Tremiti festeggiano i trent’anni
5 Luglio 2019

Musica nelle Corti di Capitanata: tocca ai giovani solisti

Anche in questa edizione di Musica nelle Corti di Capitanata non mancano gli appuntamenti appositamente dedicati ai nostri migliori studenti e ripeteremo l’esperienza del “Premio Corti di Capitanata”, attribuito al miglior studente solista che si esibirà con l’orchestra”: con queste parole il direttore Francesco Montaruli introduceva la XXIII edizione della rassegna estiva del Conservatorio, presso il Chiostro di Santa Chiara. Stasera, infatti, tocca a “Il Solista e l’Orchestra”, con i giovani allievi Domenico Pedone e Monica Pia Galullo (in foto) e l’Orchestra Sinfonica Young. Dopo gli ensemble di percussioni e fiati, il duo di Mastromatteo e Deljavan e il recital pianistico di Giuseppe Greco, torna ad esibirsi l’orchestra degli allievi diretta da Rocco Cianciotta, attuale docente di Esercitazioni orchestrali al Conservatorio di Foggia. “Tra sogno e realtà”: questo il titolo della serata, che prevede l’esecuzione del Concerto n. 3 in do minore di Beethoven per pianoforte e orchestra e il Concerto in mi minore per violino e orchestra di Mendelsshon: due composizioni davvero straordinarie. Nel Concerto di Beethoven primeggia un carattere serioso e, nella scrittura pianistica, si fanno riconoscere tratti di inconfondibile originalità. Il pianoforte, che acquista il ruolo di solista, in un continuo dialogo con l’orchestra, è affidato a Monica Pia Galullo, attualmente iscritta al III anno del Triennio sotto la guida di Dora Salce. Ha frequentato masterclass di pianoforte, musica da camera e direzione d’orchestra di fiati. Ha partecipato a diversi concorsi nazionali ed internazionali tra cui il Concorso Città di Barletta, il Concorso Pianistico Internazionale Città di Rocchetta, Nuova Coppa Pianisti a Osimo, il The Neapolitan Masters a Napoli e il Livorno Piano Competition, classificandosi sempre ai primi posti.Il Concerto di Mendelssohn, invece, si muove per immagini e deve la sua fortuna alla geniale invenzione tematica, tanto brillante quanto elegante, affidata al violino solista di Domenico Pedone, attualmente iscritto al Biennio di violino nella classe di Dino De Palma, a Foggia e al corso libero con Daniele Orlando, presso il Conservatorio di Monopoli. È stato membro della SEYO (Sistema Europa Youth Orchestra) e della OGI (Orchestra Giovanile Italiana) e nel 2018 ha partecipato alla 61° edizione del Collegium Musicum. È anche risultato idoneo al corso presso la EUYO Chamber Accademy a Ferrara. Frequenta i corsi annuali del Festival Piana del Cavaliere con Stefano Pagliani e dell’associazione De Sono con Alessandro Moccia, grazie a due borse di studio vinte presso le medesime istituzioni. Prossimo concerto martedì 9 luglio con il recital pianistico di Alfonso Soldano. Ingresso libero dalle 20.30, inizio concerto alle 21.

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *