Cultura e Spettacoli

L’Orchestra Suoni del Sud porta il “Sogno italiano” in Canada

Ancora un grande successo in Canada per l’Orchestra “Suoni del Sud” che il 6 e il 7 febbraio scorsi ha suonato per famosi artisti della canzone italiana e dello spettacolo. L’orchestra foggiana ha infatti accompagnato le performance di Loredana Bertè, Marco Masini ed Emanuela Aureli nell’evento intitolato “Sogno italiano”. Presentatore delle due serate è stato Pupo, nome d’arte del notissimo cantautore e conduttore televisivo Enzo Ghinazzi, che ha condotto il pubblico del Teatro Avalon del Niagara Fallsview Casino di Toronto in un intenso viaggio nella canzone italiana attraversando, regione dopo regione, tutto il Belpaese. Nove gli elementi di Suoni del Sud che hanno preso parte allo spettacolo sul prestigioso palco: i musicisti Giuseppe Sereno (batteria), Francesco Magistro (chitarra), Luciano Pannese (basso), Antonio Furio (tastiere), Vincenzo Celozzi (corno), Antonio Piacentino (tromba), Gianfranco Labroca (trombone), Giuseppe Lentini (sax), e la  cantante Veronica Granatiero. Dopo gli spettacoli con stelle della tv come Milly Carlucci, Alessandro Greco e Simone Di Pasquale, le esibizioni in prima serata su RaiUno e le collaborazioni con tanti big della musica, tra cui, recentemente, anche Al Bano e Romina Power nella celebre reunion all’Arena di Verona, l’orchestra è ormai lanciatissima nel panorama artistico internazionale. La formazione ha accumulato un bagaglio importante di esperienze che fanno la differenza quando si lavora con artisti di fama e dalla lunga carriera come, per esempio, Loredana Bertè che ha riconosciuto la validità dei musicisti foggiani e li ha invitati a suonare per lei. “Era da circa vent’anni che la Bertè non cantava accompagnata da un’orchestra diversa dalla sua – racconta Gianni Cuciniello, responsabile dell’Associazione Suoni del Sud – e invece ci ha fatto complimenti generosi, tanto che ci ha offerto di suonare a dei concerti della sua tournée. Una grande soddisfazione per noi – ha commentato il maestro – che si aggiunge ai tanti riconoscimenti che stiamo ottenendo per l’impegno che abbiamo profuso nel costruire un’orchestra di alto livello in grado di accompagnare gli artisti più grandi, sia della canzone che della musica classica, grazie alla straordinaria versatilità dei nostri musicisti”.

 


Pubblicato il 16 Febbraio 2016

Articoli Correlati

Back to top button