Sport

“L’obiettivo è quello di allestire un gruppo di esperienza, con l’aggiunta di qualche giovane interessante”

Foggia Calcio 1920. Presentata la nuova stagione 2024/2025

 

Ieri, nella sala stampa dello stadio ‘Pino Zaccheria’, si è svolta la conferenza di presentazione della nuova stagione 2024/2025 del Foggia Calcio 1920 alla presenza del Presidente Canonico, del mister Massimo Brambilla e del direttore sportivo Domenico Rana. Presidente, direttore e mister hanno risposto alle domande dei colleghi giornalisti presenti.

Il Presidente Canonico ha riepilogato il suo excursus degli ultimi 20 giorni e, a tal riguardo, ha affermato: “Voglio ringraziare la Sindaca e la sua giunta per il lavoro e le operazioni che hanno svolto”. Ha poi proseguito sugli obiettivi preposti per la nuova stagione: “Sono sempre stato diretto con la piazza. Programmeremo una squadra che possa far divertire il nostro pubblico. Sto condividendo tutte le scelte del calciomercato con il direttore sportivo ed il mister. L’obiettivo è quello di allestire un gruppo di esperienza, con l’aggiunta di qualche giovane interessante, che possa dare grosse soddisfazioni”. Se si può considerare la stagione a venire un anno zero su cui programmare il futuro, il Presidente ha risposto così: “Sono al IV anno e posso dire ai tifosi che la società sarà sempre presente e non farà mai mancare il proprio supporto all’allenatore e al direttore sportivo. Dopo tre anni abbiamo le idee chiare di come ragionano i tifosi e vogliamo ambire a traguardi importanti perché senza le ambizioni è inutile anche provarci”.

Durante la conferenza stampa è stato presentato il nuovo direttore sportivo Domenico Roma, nato a Policoro, originario calabrese di Monte Giordano. Nella sua carriera dirigenziale è stato nel Cosenza, per poi svolgere il ruolo di direttore sportivo. Ha maturato molta gavetta nelle categorie inferiori tra cui Lavello, per poi giungere alla Vibonese, in qualità di responsabile dell’area scouting. Nella passata stagione è stato direttore sportivo del Messina, riuscendo a raggiungere con largo anticipo la salvezza e facendo crescere tanti giovani talenti.

A riguardo di quale sia stato il suo primo approccio con la società del Foggia e la motivazione che lo abbia portato a scegliere di accettare questo incarico, Roma ha affermato: “Ho ricevuto un contatto ed ho subito deciso di incontrare il Presidente, il quale mi ha trasmesso fiducia per un progetto in cui ho creduto da subito. Mio padre è stato la molla in più che mi ha spinto ad intraprendere questa scelta”. Sulla rosa da allestire per questa stagione ha così argomentato: “Cercheremo di allestire una rosa che sia quanto più completa possibile prima del ritiro, per far lavorare al meglio il mister. Ci sono tante trattative in corso, alcune già chiuse. Abbiamo chiuso Danzi dal Cittadella, centrocampista centrale, esperto in una categoria superiore. Danzi abbraccia le nostre esigenze e continueremo su questa scia, portando calciatori funzionali al progetto”. Sui contratti dei calciatori già tesserati del Foggia ha asserito: “Alcune valutazioni verranno fatte in ritiro. Nel calciomercato verranno fuori delle dinamiche che non dipenderanno da noi, relative a specifiche richieste del mister o dei singoli calciatori”. Sul budget e le idee per la costruzione della squadra, Roma ha così risposto: “Ad inizio campionato scorso nessuno avrebbe puntato sulla promozione della Juve Stabia. La società campana ha dimostrato di riuscire a vincere con le idee. Qui ci sono delle idee adeguate e un budget importante. Tutto sarà frutto di un confronto nelle scelte condivise. Farò delle proposte e tutti insieme sceglieremo. Metteremo tutto l’impegno commisurato alle aspettative, consapevoli di poter errare, ma lavoreremo per poter sbagliare il meno possibile e per riavvicinare i tifosi allo stadio, creando una nuova generazione di supporter rossoneri”.

In sede di conferenza è stato presentato anche il nuovo tecnico del Foggia Massimo Brambilla, ex calciatore con oltre 400 presenze tra i club di Serie A e B tra i più prestigiosi. Brambilla vanta un’esperienza da tecnico delle giovanili dell’Atalanta e nella Juventus U23. Nell’ultima stagione ha portato la sua squadra ai quarti contro la Carrarese, la quale è stata promossa in B.

Sulle motivazioni che hanno portato il mister ad accettare l’incarico della squadra della capitanata, Brambilla ha così dichiarato: “Foggia è una piazza forte ed importante, trasuda una passione incredibile. Le sensazioni dopo la chiamata del direttore e del presidente che sono state positive. Avevo in mente le immagini dello stadio al ritorno contro l’Alessandria che era tutto rossonero. C’è voluto poco a capire che era il mio futuro”.

Su quale sarà il modulo che il mister utilizzerà, Brambilla ha così risposto: “Vengo dal settore giovanile e dall’under 23 in cui ho utilizzato molti moduli. Lavoreremo su due sistemi di gioco e cercheremo degli uomini veri che vogliano sudare la maglia. La priorità è creare un gruppo vero che nelle difficoltà riesca ad uscirne o che nelle situazioni positive possa trascinare i tifosi”. Se c’è la possibilità che qualche suo ex calciatore possa essere considerato utile al Foggia, il mister ha ribadito: “Per ciò che riguarda i calciatori della Juve credo sia difficile perché sono ragazzi pronti per le categorie superiori, altrimenti li tengono in casa”. Su quali dovranno essere le caratteristiche dei giocatori che vorrebbe in squadra, Massimo Brambilla è stato chiaro: “Tutta la squadra deve avere una mentalità propositiva per portare avanti la palla”. É stato chiesto al mister quale sia la differenza tra allenare una squadra di giovani e una squadra di C navigata ed esperta come il Foggia: “Gli ambienti sono diversi e il lavoro in parte è diverso. Dopo gli anni della primavera dell’Atalanta, ho avuto modo di cimentarmi con il campionato di serie C, con la Juve under 23, e mi sento pronto. So di essere in una piazza dove ci sono pressioni. Sicuramente è diverso allenare i giovani rispetto a ragazzi con esperienza. Conosco già i miei giocatori e non vedo l’ora di cominciare e poter far bene”. Il mister ha poi chiuso affermando che: “La squadra dovrà crescere di giorno in giorno, facendo tornare il Foggia ad essere competitivo con tutti”.(ph. Calcio Foggia)

Tess Lapedota

 


Pubblicato il 6 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio