Cronaca

L’intera città di Foggia per l’ex Tozzi, i sindacati: “Urgente un tavolo di crisi”

Fim, Fiom e Uilm dopo il consiglio comunale

Con un voto trasversale del consiglio comunale di Foggia, è stata approvato, all’unanimità, una mozione di sostegno alla vertenza ex Tozzi per la convocazione urgente dei tavoli di crisi aperti presso la Regione Puglia ed il Ministero delle Imprese e del Made in Italy.

Per Fim Fiom e Uilm è necessario che MIMIt e Sepac “si attivino assieme per tracciare un percorso utile a dare continuità produttiva ed occupazionale allo storico stabilimento foggiano, ricercando, favorendo e sostenendo nuovi potenziali investitori attraverso lo stanziamento di misure finalizzate a promuovere l’innovazione tecnologica, la ricerca e lo sviluppo del sito industriale, oltre che alla riqualificazione del personale. Il tempo delle attese e dei continui rimpalli è finito”.

Chiedono che Ministero delle Imprese, del Made in Italy e Sepac “convochino immediatamente un tavolo di crisi congiunto per mettere in campo tutti gli strumenti necessari a sostenere, e risolvere, una crisi occupazionale che sta avendo un impatto drammatico sull’intero territorio di Capitanata. È tutta la città di Foggia a chiederlo”, aggiungono alla luce del voto in consiglio comunale a Foggia.

Alla riunione dello scorso 5 aprile presso il Comitato di monitoraggio del sistema economico e produttivo ed aree di crisi della Regione Puglia, convocato dal Presidente Leo Caroli, hanno partecipato il liquidatore, il commissario giudiziale del concordato preventivo liquidatorio della G&W, l’Enel, i rappresentanti del Comitato per la rinascita industriale ed occupazionale dello stabilimento ex Tozzi, lo stesso Comune di Foggia e le segreterie territoriali di Fim, Fiom e Uilm. “È seguita una fase di stallo delle Istituzioni che rischia di mettere una pietra tombale sul futuro dello stabilimento ex Tozzi di Foggia e sulle famiglie dei 114 lavoratori licenziati. Una situazione del tutto inaccettabile che, a causa della paralisi istituzionale, penalizza tutta la Capitanata”. Questo l’appello dei sindacati Fim, Fiom e Uilm.

 

Paola Lucino

 


Pubblicato il 5 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio