Cronaca

Lega il suo cane all’auto e lo trascina per alcuni chilometri sull’asfalto

È stato denunciato per maltrattamento di animali per aver tentato di uccidere il suo cane che, a suo dire, infastidiva il bestiame di sua proprietà. Protagonista dell’insano gesto un anziano allevatore. L’uomo con una corda ha legato l’animale al gancio di traino della sua auto e lo ha trascinato per alcuni chilometri sulla strada provinciale che collega Manfredonia a Zapponeta, , all’incrocio con viale dei Pini di Siponto. Lo avrebbe trascinato fino a farlo morire tra atroci sofferenze se non fossero intervenuti a bloccarlo due passanti che, notato il macabro rituale, hanno allertato immediatamente la Polizia e prontamente richiamato il conducente. L’uomo, costretto a fermarsi, da subito si è rivolto in modo infastidito verso i passanti che si erano impietositi alla vista del cane, chiedendo a muso duro spiegazioni sulle motivazioni per le quali lo avevano bloccato ed interrotto il suo macabro progetto, anche dopo che questi gli avevano fatto notare le condizioni martoriate del cane trascinato. Slegato l’animale, l’allevatore dapprima ha pensato di portarlo via, evidentemente per “farlo sparire”, poi presolo di peso lo ha scaraventato nell’adiacente cunetta, lasciando il cane moribondo sul ciglio della strada e si è allontanato repentinamente, cercando di far perdere le proprie tracce prima che giungesse in loco una Volante della Polizia allertata dai passanti. Il paziente lavoro dei poliziotti, partiti dalle descrizioni somatiche dell’individuo e dalla sua autovettura di colore grigio, ha permesso la completa identificazione del reo che è quindi stato denunciato a piede libero.

Continua a leggere sull’edizione cartacea. Acquistala on line o in edicola


Pubblicato il 15 Maggio 2014

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio