Alla scoperta di Celle di San Vito con la “Giornata Nazionale dei Borghi Autentici d’Italia”
9 Ottobre 2021
Amgas Blu rinnova lo sportello di Foggia
9 Ottobre 2021

Le mete in Capitanata delle Giornate FAI d’Autunno

La Delegazione FAI di Foggia ha presentato, nella sede di Piazza Purgatorio 5, le “Giornate FAI d’Autunno” 2021.Ad illustrare le mete scelte in Capitanata dal Fondo Ambiente Italiano sono stati la Capo Delegazione di Foggia, Gloria Fazia, e il Presidente regionale del FAI, Saverio Russo, assieme al sindaco di Roseto Valfortore Lucilla Parisi. Per impegni istituzionali, non è potuto intervenire il sindaco di Stornara Rocco Calamita.

Sabato 16 e domenica 17 ottobre, il consueto appuntamento organizzato dal FAI nazionale si rinnoverà per la decima edizione, anche quest’anno impreziosita da patrocini importanti come quelli della Commissione Europea e del Ministero italiano della Cultura.

In tutta Italia saranno aperti, a cura dei volontari del FAI, centinaia di beni culturali tra palazzi, ville, chiese, castelli, aree archeologiche, siti di archeologia industriale, musei e aree militari, abitualmente non accessibili al pubblico o, comunque, poco conosciuti. Sono previsti anche itinerari nei borghi, percorsi naturalistici e visite a luoghi “verdi” quali parchi, giardini urbani, cortili e orti botanici, spesso ignoti agli stessi abitanti delle città coinvolte. Durante le Giornate FAI di Autunno si chiede ai visitatori che lo desiderano di sostenere il FAI con un minimo contributo (quello suggerito parte da 3 euro). Nei luoghi scelti sarà anche possibile iscriversi al Fondo Ambiente presso i banchetti appositamente allestiti.La Capo Delegazione, Gloria Fazia ha ricordato che per la provincia di Foggia, per quest’anno, sono state scelte Roseto Valfortore e Stornara, con l’obiettivo di valorizzare anche i piccoli paesi che spesso racchiudono inattese testimonianze storiche ed artistiche.La scelta di Roseto, ad esempio, rientra appieno nel progetto ALPE, lanciato dal FAI nazionale per promuovere i borghi che si trovano oltre i 600 metri sul livello del mare, nell’ambito del quale la Delegazione foggiana aveva già lo scorso anno organizzato visite ad Alberona e a Celenza Valfortore.Per l’occasione delle Giornate 2021, l’Amministrazione comunale di Roseto ha anche organizzato manifestazioni a supporto delle visite guidate FAI, per cui i visitatori troveranno appuntamenti interessanti che offriranno motivi di permanenza anche per l’intero fine settimana.«La scelta di Stornara -ha proseguito Gloria Fazia- è stata significativa per supportare le iniziative che partono “dal basso”. Un gruppo di cittadini, infatti, riuniti nell’associazione “Stornara Life” ha voluto valorizzare il paese del sud Tavoliere invitando autori di street art a realizzare i loro lavori sui muri della cittadina che ora mette in mostra ben 80 pregevoli opere di questo genere “pop”».Per partecipare alle visite guidate nei due centri, è consigliato prenotarsi in anticipo online (visitando la pagina apposita del sito del FAI all’indirizzo www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/i-luoghi-aperti/ per poi ricercare la località scelta) perché saranno organizzati gruppi da 15 persone per evitare gli eccessivi assembramenti, in osservanza della normativa anticovid.

A Roseto, le visite guidate saranno curate dalla Proloco, mentre a Stornara saranno affidate ai soci di “Stornara Life”, con l’aggiunta, domenica mattina, delle guide professioniste di Trawellit, agenzia foggiana di promozione turistica e culturale dei beni del territorio.

La dott.ssa Fazia ha ricordato anche che l’attività della Delegazione FAI di Foggia non si è fermata negli ultimi due anni, nonostante i problemi creati dalla pandemia, con attività e incontri online ma anche con interventi, più di recente, “in presenza” come l’incontro su “Federico II e la Capitanata: i luoghi, il Mito”, organizzato nell’ambito della rassegna estiva del Comune di Lucera all’anfiteatro augusteo per ricordare l’ottavo centenario dell’arrivo dell’imperatore in Capitanata.

Il Presidente regionale del FAI Saverio Russo ha sottolineato che la Puglia partecipa in maniera significativa alle Giornate d’Autunno, con beni aperti in tutta la regione. Tra le mete, ha voluto rimarcare l’importanza delle sedi militari, inserite dal FAI nazionale su proposta delle Forze Armate per celebrare il centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto.

Ha ricordato anche che il FAI possiede solo un bene in Puglia, l’Abbazia di Cerrate, in provincia di Lecce, che conta ben 30mila visitatori all’anno e rappresenta un importante motore per l’economia di quel territorio. La donazione al FAI di beni che rischiano il degrado o addirittura la rovina completa si trasforma sempre in iniziative di recupero e di valorizzazione che hanno ricadute positive sul patrimonio culturale nazionale ma anche sullo sviluppo di un importante flusso di turismo specializzato.

Il Presidente Russo ha anche ricordato che a giorni inizieranno i lavori di recupero dei giardini pensili del Palazzo ducale di Bovino, per i quali il FAI, con lo sponsor istituzionale di Intesa Sanpaolo, ha stanziato 23mila euro, ai quali si sono aggiunti 7mila euro di operatori locali, mentre si sta aspettando la fase operativa del progetto di intervento anche sull’anfiteatro di Lucera.

«Sono tutti interventi –ha concluso Russo- che speriamo servano a rivitalizzare anche in Capitanata il turismo destagionalizzato, il turismo di prossimità, che tanta importanza riveste in molte zone d’Italia».

Il Sindaco Lucilla Parisi ha espresso la gratitudine della sua comunità per la scelta del FAI di inserire la cittadina dei Monti Dauni nel calendario delle Giornate d’Autunno ed ha invitato a visitare le due mete che, tra l’altro, saranno accomunate anche dalla presenza dei murales, dato che il Comune di Roseto ha stretto un gemellaggio con l’associazione “Stornara Life” per far realizzare le opere di street art anche nelle proprie strade.

«Oltre a possedere belle testimonianze di arte e storia -ha concluso il Sindaco-, Roseto si è attrezzata bene per l’accoglienza, per cui i visitatori potranno fermarsi per il fine settimana e godere dei percorsi guidati nel borgo ma anche delle iniziative che abbiamo organizzato per l’occasione».

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *