CronacaPrimo Piano

La memoria di Luisa Fantasia vivrà nei Campi Diomedei

Installazione dell’Accademia di Belle Arti di fronte ai Carabinieri

Un’installazione intitolata alla memoria di Luisa Fantasia, prima vittima trasversale della malavita organizzata, sorgerà in uno spazio a lei dedicato all’interno dei Campi Diomedei. La conferma è arrivata al termine di un incontro svoltosi ieri, presso l’Accademia delle Belle Arti, tra, l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Foggia Giuseppe Galasso, la consigliera comunale Concetta Soragnese e il direttore dell’Accademia di Belle Arti Pietro Diterlizzi. L’opera sarà realizzata dal professore dell’Accademia Vito Maiullari, e sarà in pietra, presumibilmente, essendo l’artista grande e esperto e conoscitore di ogni varietà di questo materiale in Puglia. Va a termine un percorso cominciato nel 2021 quando l’attuale consigliera comunale Concetta Soragnese, allora nel medesimo ruolo, propose una mozione approvata all’unanimità: “Si concretizza- dice l’esponente di Fdi- un luogo identitario e simbolico, incastonato all’interno della cornice verde dei Campi Diomedei, dove tutta la comunità, le famiglie e i bambini potranno far risuonare il nome di una donna antimafia”.”È un riconoscimento forte e significativo – dice Pierpaolo Mascione- dedicare a Luisa una parte del grande parco urbano che raccoglie, ogni giorno, tante persone, diventato il nuovo punto di aggregazione per i nostri giovani. Un luogo posto, oltretutto, di fronte alla Caserma dei Carabinieri, in cui mio padre, Antonio Mascione, ha ricominciato la sua vita dopo i tragici fatti di Milano”. Luisa Fantasia, prima moglie di Antonio Mascione, ricordiamo, venne uccisa a Milano nel 1975.”Questa iniziativa – spiega Galasso – non solo onora la memoria di Luisa Fantasia, ma rafforza anche il nostro impegno verso la promozione della legalità e della giustizia sociale. La sua collocazione all’interno dei Campi Diomedei rappresenta un simbolo potente di rinascita e comunità. Il parco è un luogo di aggregazione e questa commemorazione sarà un costante promemoria dell’importanza di vivere secondo i principi di giustizia e solidarietà. L’impegno della nostra amministrazione è volto a creare spazi che non solo abbelliscono la città, ma che arricchiscono il tessuto sociale e culturale di Foggia. Un ringraziamento va all’Accademia per l’immediata disponibilità manifestata nel realizzare l’opera.””Questo progetto – conclude la sindaca Episcopo – rappresenta un tassello fondamentale nella costruzione di una memoria collettiva e nella promozione dei valori di giustizia e legalità nella nostra città. Siamo orgogliosi di poter dedicare uno spazio così significativo a Luisa Fantasia. La memoria di questa donna, vittima e martire della violenza criminale, deve essere preservata e trasmessa alle future generazioni. Il nostro impegno è quello di creare un contesto urbano che non solo commemori il passato, ma che ispiri un futuro di speranza e legalità.” Intitolare il piazzale all’interno dell’area dell’ex ippodromo, i Campi Diomedei, di fronte al Comando Provinciale dei Carabinieri, è stata una sollecitazione colta dai commissari e deliberata a maggio del 2023 anche grazie alle associazioni antimafia locali.Fu demandato al servizio Lavori Pubblici di valutare, con la Soprintendenza, la proposta progettuale di impiantare, all’interno della medesima area, “un elemento di arredo urbano con un forte potere evocativo” che potesse rappresentare la battaglia contro le violenze e le mafie “e diventare simbolo di legalità anche per le generazioni future”.

 

Il Comune di Foggia in visita all’Accademia di Belle Arti, suo patrimonio. Diterlizzi: “Ipotesi riqualificazione sulla base dell’offerta formativa”

 

Incontro ieri fra il Comune di Foggia e il direttore dell’Accademia Pietro Diterlizzi. Come fanno sapere dall’ente, si è trattato non solo di un’occasione per parlare dell’installazione dedicata a Luisa Fantasia ma di una “visita esplorativa” ai locali dell’Accademia. “La visita all’immobile della ex-Banca d’Italia, sede della nostra Istituzione, è stata ritenuta molto proficua per una visione attenta alla valorizzazione e conservazione del patrimonio edilizio storico di Foggia. Si è avuto modo di fare una ricognizione degli ambienti adibiti a laboratori, dello stato di manutenzione degli esterni e di ipotesi di riqualificazione in linea con l’attuale offerta formativa dell’ateneo foggiano. Seguiranno altri incontri di approfondimento su singole problematiche e lo sviluppo in sinergia con l’amministrazione comunale del sistema dell’Alta formazione artistica in Capitanata.”La carenza di spazi e la necessità di mettere mano, quanto prima, ai locali utilizzati dall’Accademia – fa il paio con quella, esplicitata sul Quotidiano di Foggia, dall’attuale presidente Massimiliano Arena circa la necessità di trovare, in un futuro meno prossimo, “una nuova sede”.

 

Paola Lucino

 

 

 

 

 

 


Pubblicato il 23 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio