Cultura e Spettacoli

Ilaria Gaspari per la Palestra filosofica a “la Magna Capitana”

La conclusione del progetto di alfabetizzazione filosofica, rivolto a circa 160 studenti degli istituti tecnici e professionali del territorio

Doppio appuntamento con Ilaria Gaspari, autrice di romanzi e saggi filosofici, ospite d’onore il 4 e il 5 aprile 2024, per la due-giorni conclusiva della seconda edizione di Palestra Filosofica, il progetto che porta la filosofia negli istituti tecnici e professionali della città.

 

Ideata e promossa dalla Biblioteca di Foggia “la Magna Capitana” e dalla Cattedra di Storia della filosofia medievale dell’Università degli Studi di Foggia, Dipartimento di Studi Umanistici, Lettere, Beni Culturali, Scienze della Formazione (DISTUM), in collaborazione con CETEFIL, CEntro per l’edizione di TEsti FILosofici medievali e rinascimentali, l’iniziativa ha coinvolto circa 160 studenti del triennio delle scuole aderenti: Istituto di Istruzione Superiore “Einaudi”, I.T.E. “Pascal” e Istituto Tecnico “Notarangelo-Rosati”.

 

Partito lo scorso ottobre, il progetto di alfabetizzazione alla filosofia, è rivolto proprio ai giovani che non hanno l’opportunità di studiare questa disciplina nei programmi curricolari.

 

Si comincia giovedì 4 aprile, alle ore 18.00, presso la Civica Pinacoteca Il9Cento, in via Marchese De Rosa, con un evento aperto al pubblico, per la presentazione dell’ultimo romanzo di Ilaria Gaspari, La reputazione, Guanda 2024. L’evento è inserito nell’ambito della rassegna letteraria Fuori gli Autori, organizzata dalla Biblioteca e dalla libreria Ubik.

 

Laureata in Filosofia alla Nomale Superiore di Pisa e con un dottorato conseguito all’università di Paris I Panthéon-Sorbonne, l’autrice in questo libro intreccia le vicende di una boutique dei Parioli e della sua proprietaria, Marie-France, agli interrogativi sul rapporto tra apparenza e identità, avviando così una riflessione sul peso della maldicenza e sulla difficile conquista della maturità, in una prosa originale e coinvolgente.

 

Cambio di location il giorno successivo, venerdì 5 aprile, con l’evento riservato agli studenti che hanno preso parte al progetto, in programma dalle ore 10.00 alle ore 12.00, nell’Aula Magna “Giovanni Cipriani” del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Foggia, in via Arpi, 176.

 

Moderato dalla docente universitaria Alessandra Beccarisi, che ha curato il coordinamento scientifico del progetto, con il contributo di Giulio Navarra, assegnista di ricerca, l’incontro con la scrittrice vedrà protagonisti i ragazzi che potranno esporre gli elaborati di fine progetto.

 

Con l’obiettivo di allenare lo sviluppo del pensiero critico e divergente attraverso la pratica della riflessione filosofica, infatti, il percorso incentrato sull’esplorazione dell’l’emozione della paura, si è articolato in varie tappe: lezioni teoriche partecipate; ricerche guidate sui documenti messi a disposizione dalla Biblioteca, che ha offerto anche le linee guida dell’information literacy, per imparare a consultare le fonti in modo consapevole; elaborazione di gruppo di un prodotto finale attorno al tema scelto, dalla classica tesina ad un video, da una fotografia ad un monologo.

 

“Nelle attuali società complesse, la riflessione e la capacità di analisi plurale rappresentano competenze trasversali irrinunciabili. Le biblioteche di pubblica lettura sono presidi di democrazia partecipata, attraverso l’accesso gratuito all’informazione e alla formazione. Per questo i nostri progetti si propongono di allargare la platea dei fruitori anche alle discipline filosofiche che non sono previste in tutti i piani di studio”, precisa la Direttrice del Polo Biblio-Museale di Foggia, Gabriella Berardi, che ha ringraziato le bibliotecarie Ester Bruno ed Elviranna Susanna coinvolte nel progetto.

 

Positivo il bilancio tracciato anche dalla professoressa Beccarisi, che sottolinea proprio l’originalità e la curiosità mostrate dai ragazzi: “Nel corso di queste due edizioni, abbiamo incontrato studenti motivati e aperti a nuove sfide. Un risultato che ci lascia ben sperare sul prosieguo di questa iniziativa”.

 

Per gli elaborati finali i ragazzi si sono ispirati alle teorie filosofiche apprese durante la fase teorica, con particolare riferimento ai filosofi Martha Nussbaum e Zygmunt Bauman, e hanno utilizzato i materiali della Biblioteca.

 

Dopo l’ospite d’onore della scorsa edizione, Paolo Pagani, autore tra l’altro del podcast e del libro Citofonare Hegel, sarà dunque la volta di Ilaria Gaspari, che con il linguaggio della narrativa coinvolgerà i ragazzi in riflessioni filosofiche di grande attualità.


Pubblicato il 29 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio