Cronaca

Il marchio Chieuti la “Porta della Puglia” conquista la BIT

La” Porta della Puglia” è sbarcata alla BIT di Milano. Ed insieme a lei, alla prestigiosa Borsa Internazionale del Turismo, è sbarcato l’intero progetto che ha visto i giovani del territorio presentare idee innovative ed ecosostenibili nell’ambito del concorso di packaging design. Come quella degli alunni e delle alunne dell’IIS “Federico II” di Apricena che hanno visto trasformare la loro proposta in imballaggio dell’olio e del miele “Volìo” realizzati dalla cooperativa sociale Ortovolante. Un modo per promuovere l’economica circolare, per sensibilizzare i più giovani ai temi del rispetto ambientale e per valorizzare il marchio del territorio, in particolare quello di Chieuti e della Puglia. Per questo, nel padiglione della Regione Puglia alla BIT di Milano, nei giorni scorsi, il sindaco di Chieuti, Diego Iacono, ha avuto modo di raccontare lo spirito innovativo dell’iniziativa: «Per noi partecipare che siamo un piccolo comune partecipare alla prestigiosa manifestazione della BIT di Milano è stato un traguardo insperato ed è stato importante perché abbiamo potuto spiegare il brand che abbiamo realizzato con la “Porta della Puglia”, un progetto che vuole sponsorizzare la Puglia ed il suo territorio ed allo stesso tempo vuole avere ricadute sociali, attraverso il coinvolgimento della cooperativa Ortovolante che nei suoi progetti di agricoltura coinvolge persone con fragilità diverse».

 

Il titolo del padiglione della Regione Puglia quest’anno era “Puglia – Unexpected Italy”. Ed infatti da un piccolo centro è arrivata l’idea che non ti aspetti: «Il nostro progetto è stato apprezzato per la sua innovazione ed allo stesso tempo per la sua particolarità, – prosegue il sindaco Iacono – perché è riuscito a coinvolgere i ragazzi su temi come rispetto dell’ambiente ed innovazione, coinvolgendoli grazie alla loro idea nella realizzazione del packaging dell’olio e del miele “Voliò”. Per noi, dunque, è stata una bella occasione per far conoscere in una vetrina internazionale come quella della BIT il territorio di Chieuti». Tanti, dunque, gli studenti e le studentesse degli istituti di istruzione Secondaria della provincia di Foggia che nei mesi scorsi hanno aderito all’iniziativa promossa dal Comune di Chieuti (ente capofila), insieme al Comune di Apricena e alla Provincia di Foggia, tra i vincitori del bando lanciato dall’ANCI-CONAI nel 2021, con il progetto denominato “Comune di Chieuti la porta della Puglia: alla ricerca dell’imballaggio dell’olio e del miele”.

 

Di qui, la decisione di individuare una realtà economica locale con carattere sociale, come Ortovolante che porta avanti progetti di agricoltura sociale capaci di coniugare inclusione e lavoro di soggetti che vivono in condizioni di fragilità. L’olio extravergine d’oliva “Volìo”, per esempio, è realizzato da un gruppo di braccianti con problemi di salute mentale nell’ambito del progetto “Hopeificio” sostenuto da Fondazione Con il Sud. La realizzazione del miele, invece, vuole contribuire alla salvaguardia delle nostre biodiversità e delle api. Al concorso di packaging design, dunque, gli studenti sono stati chiamati ad immaginare la progettazione degli imballaggi dei due prodotti: olio e miele “Volìo”, promuovendo l’immagine del territorio ed alcune sue eccellenze agroalimentari.


Pubblicato il 24 Febbraio 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio