Sport

Il Foggia vince nel finale ed allontana la zona playout grazie alla doppietta di Silvestro

Terza vittoria di fila per la compagine foggiana, dopo aver battuto il Monopoli e Brindisi nei rispettivi derby, lo fa contro il Crotone, settimo in classifica. Seppure la vittoria è giunta sul fotofinish con una doppietto di Silvestro, la squadra di mister Cudini ha sempre dato l’impressione di stare in partita, anche sotto di una rete e la vittoria è alquanto meritata e ripaga tante prestazioni dove non si erano raccolto punti. La distanza dalla Turris quintultima è di sette lunghezze, mentre dai playoff, e decima posizione occupata al momento dal Calcio Giugliano è di quattro punti. Ma step by step, bisogna continuare a raccogliere punti utili e quando non si può vincerla ottenere e strappare un pari. Sabato il Foggia andrà a casa del Benevento, seconda in classifica, ma bisogna continuare sulla falsa riga intrapresa, cercando in primis di centrare punti in chiave salvezza e tutto quello che verrà di qui alla fine ben venga, perché sulla carta e di fatto lo si sta notando, a gennaio la squadra pugliese si è rinforzata. La linea verde ed il giovanissimo (21enne) Alessandro Silvestro, match winner, al termine della partita come riportato dai microfoni di Calcio Foggia ha detto: “Avevo già sfiorato il gol con il Monopoli. Evidentemente era destino che facessi gol in questo modo. Ero già strafelice per il primo. Poi è arrivato anche il secondo, a sorpresa. E’ stata per me un’emozione unica. Far gol in uno stadio così è il sogno di qualsiasi calciatore. Sentire urlare poi a squarciagola il mio nome è stato favoloso. Un’emozione indescrivibile. Sono arrivato da una realtà più piccola e sono stato bravo ad immergermi completamente in una realtà così diversa dove  i tifosi chiedono tanto perché vivono per la loro squadra. Mi sono messo subito a disposizione per ritagliarmi lo spazio e il Mister mi ha dato fiducia. Spero di ripagarlo. Il mio breve curriculum e il mio ruolo ? Ho quasi sempre giocato nei dilettanti e non ho fatto la trafila nel vivaio dell’Inter. Dopo un’esperienza in D sono passato all’Inter primavera vincendo il campionato. Sono un terzino ma posso fare anche il braccetto a 3 o il 4  o il quinto in difesa. Posso praticamente ricoprire tanti ruoli. In questa gara ho fatto anche l’attaccante. Da sempre ho cercato di rubare gli aspetti positivi da apprendere quando ti alleni con giocatore  di spessore. Con un gruppo così fa male guardare dietro. Siamo un gruppo forte e abbiamo ribaltato il Crotone una squadra di rispetto. Per cui dobbiamo puntare in alto. Dedico i gol a tutta la mia famiglia e ai tifosi sperando mi abbiano perdonato l’ingenuità dell’espulsione col Monopoli. Sono a Foggia grazie alla trattativa dell’ultimo giorno di mercato. Alla chiamata per vestire la maglia rossonera non ho potuto rifiutare. Foggia è una piazza che affascina. Il Benevento? E’ una gara difficilissima ma come abbiamo preparato questa arriveremo pronti per provare a fare i tre punti”. Soddisfatto anche il tecnico Cudini, alla sua terza vittoria di fila: “Mi auguro che le gare possano andare a finire così come lo scorso anno. Il Crotone ci ha fatto soffrire e costretto a correre spesso all’indietro. Tatticamente siamo stati sporchi. E’ venuta fuori una partita non bella con lanci lunghi da una parte e dall’altra, rischiando in occasione dei corner per la loro maggiore prestanza fisica. Ne abbiamo concessi qualcuno di troppo ma alla fine abbiamo conquistato un’incredibile vittoria che testimonia la voglia dei ragazzi di crederci fino alla fine. Si potrà parlare di fortuna ma bisogna cercarla. Eravamo in svantaggio per un gol banale. La squadra sta dimostrando grossa tenuta mentale. Rispetto all’andata per noi è il momento della continuità. Mi complimento con i ragazzi. Vedo un grosso spirito di squadra e non possiamo che migliorare se riusciamo ad affinare l’aspetto tecnico. Silvestro ammonito da sostituire? Non sono di questo avviso. Mentalmente è stato intelligente a gestirsi. E’ un ragazzo che si impegna per migliorare. La doppietta è il giusto premio per il suo grosso impegno. Lo stesso dicasi per Odjer autore come sempre di un’ottima prova. Ci interessava vincere. Non guardiamo la classifica e dobbiamo pensare a tirarci fuori. Era la prima contro tre di alta classifica. Per la prossima spero di poter recuperare qualcuno degli infortunati”. Ad aver portato in vantaggio il Crotone è stato Zanellato, mentre il Foggia vittorioso con la doppietta di Silvestro, all’89’ e 91’ tornerà in campo sabato sera alle 20.45 in quel di Benevento. (Ph. Calcio Foggia 1920).

M.I.

 


Pubblicato il 27 Febbraio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio