Sinergie e momenti di confronto, al via la Settimana dei Diritti a Parcocittà
19 Novembre 2022
Gioie e punti per l’Allianz Pazienza sulla Tassi Group. L’overtime sorride ai Neri
21 Novembre 2022

Il Foggia illude ma il Cerignola conquista il derby della Capitanata

Il derby della Capitanata si è concluso con un punteggio pirotecnico e la vittoria della squadra ospite, ovvero del Cerignola che ha ribaltato il doppio svantaggio del Foggia e vinto con la rete di Samuele Neglia che ha siglato il 2-3 e controsorpasso definitivo. Le reti del Foggia che avevano illuso i pochi presenti, in virtù della gara a porte chiuse, sono state ad opera di Pippo Codta e poi di Peralta. Ma prima Russo ha fatto sognare la sveglia all’Audace del diesse Elio Toro, e poi il bomber Malcore e Neglia, quest’ultimo partito ancora una volta dalla panchina hanno fatto sorridere la squadra di mister Pazienza che è evidente che non è solo una neopromossa, ma una vera mina vagante del torneo dove se continuerà con questo piglio e coesione, potrà togliersi tante soddisfazioni. Un derby che nella categoria mancava da 85 anni e mezzo, disputatosi a porte chiuse, è stato un peccato non far godere al pubblico di tale spettacolo per merito esclusivo dei giocatori che sono scesi in campo, dandosi battaglia, a prescindere da chi poi ha sorriso e gioito e da chi avrà il rimpianto di non aver chiuso, quando avrebbero dovuto farlo. Questo giro la corsa di Gallo subisce una piccolo intoppo, perché forse a causa della stanchezza per l’impegno probante di Coppa infrasettimanale, a causa dall’averci creduto con meno convinzione rispetto all’arrembante Cerignola che ha meritato i tre punti, e poi anche perché nel calcio bisogna essere concreti ed a volte, specchiarsi meno e badare alla sostanza cosa ha saputo fare benissimo la squadra di Pazienza che ha portato a casa l’intero bottino e si proietta anche da favorita nel prossimo difficile impegno in casa contro la Viterbese mentre per il Foggia ci sarà la gara in trasferta contro il Monterosi però allo stadio “Razza” di Viterbo. Al termine della gara come riportato dal sito ufficiale del Calcio Foggia, Gallo ha fatto la sua disamina, facendo anche “mea culpa”: “La responsabilità di questa sconfitta è la mia perché tra primo e secondo tempo alla squadra che c’erano dei pericoli in agguato e si doveva cambiare registro. Già nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo ci siamo spenti, e messi a discutere con arbitro, giocatori avversari sprecando energie preziose. Nella ripresa abbiamo sciupato e forse pensato che la gara era chiusa. Il Cerignola ha meritato di vincere, ma ci ricorderemo di questa lezione e battuta di arresto. Proseguiamo sulla nostra strada”, Analisi da dieci e lode quella del tecnico foggiano mentre per il Cerignola, mister Pazienza ha detto: “Ero convinto anche sotto di due gol che avremmo potuto rimettere in piedi la gara e ho cercato di trasmetterlo ai miei ragazzi. Dispiace aver dato una delusione alla mia ex squadra dove per la prima volta son tornato da avversario, ma il doppio svantaggio non lo meritavamo. Faccio i complimenti ai ragazzi per lo spirito che hanno avuto dall’inizio alla fine. Tre punti che muovono la classifica ed aumentano l’autostima. L’obiettivo resta però resta la salvezza da raggiungere quanto prima. Cori e fuochi d’artificio al rientro della squadra in città e società e tifosi hanno celebrato assieme una gustosa vittoria che li proietta momentaneamente al sesto posto con venti punti. E sulla pagina social del sito ufficiale dell’Audace Cerignola campeggia la foto del presidente Grieco di spalle rivolto al pubblico del Monterisi, con il quale hanno condiviso la gioia del successo; le parole del pres.: “Grazie a voi per il sostegno e vostro calore che ha caricato oltremodo i nostri ragazzi. Abbiamo scritto un’altra importante pagina di storia. Avanti insieme verso nuovi successi, il presidente Nicola Grieco”.

M.I.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *