Cgil: “No alla chiusura delle otto scuole comunali dell’infanzia”
13 Gennaio 2022
Il sindaco Riontino: “Abbiamo garantito un rientro in sicurezza”
14 Gennaio 2022

“Il Foggia ha debiti per 2,7 milioni, ogni tanto viene qualcuno e chiede soldi”

Ieri pomeriggio si è svolta la conferenza presso la sala stampa dello ‘Zaccheria’ del numero uno del Calcio Foggia 1920. Una conferenza fiume, mai banale e scontato il patron dott. Nicola Canonico che ha toccato tanti temi, dalla soddisfazione del ricorso parzialmente accettato agli interventi che ci saranno nella sessione di mercato, nonostante le difficoltà debitorie lasciate ed ereditate dalla precedente gestione societaria.  “Sono parzialmente contento del ricorso e della motivazione. È evidente che stiamo preparando il ricorso al Coni e abbiamo 30 giorni e siamo fiduciosi”. Un presidente che evidente che vuole solo il bene della società rossonera e che farà di tutto per garantire il massimo impegno preso con la società, i suoi dipendenti ed in primis la città e tifoseria. Sul calciomercato il suo diesse è al lavoro per rinforzare la rosa di mister Zeman ed il numero uno della società ha detto come si evince anche dai microfoni ufficiali: “Stiamo scoprendo tanti debiti non scritti e sto affrontando problematiche con soggetti che chiedono soldi o con soci che chiedono soldi. Sapevo di entrare in una situazione complessa però andiamo avanti con la forza di combattere facendo un calciomercato attento con calciatori che devono essere realmente utili alla causa. Se nessuno degli altri due soci coprirà il finanziamento necessario per affrontare le prossime spese ci penserò io, se però gli altri non verseranno si ritroveranno senza quote. Prima vanno firmati i contratti poi potremo dare ufficialità di acquisti in riferimento a calciatori”. Frecciate ben dirette e legittime da parte del presidente del club del Satanello che non era stato messo al corrente delle reali perdite in seno alla società che rappresenta come socio di maggioranza. Tre o quattro ha poi garantito il numero uno del club rossonero che potranno essere i rinforzi. Un discorso molto schietto ed in qualche modo con un bel messaggio motivazionale da parte del massimo rappresentante del club, il presidente Nicola Canonico che ha dichiarato: “Quando si parte dal presupposto di voler far del bene non si può essere messi in discussione. Quando il Foggia perde perdiamo tutti e viceversa quando si vince. Deve funzionare la squadra non i singoli. Tutti hanno responsabilità da me in primis. Vogliamo avere una rosa serena per coprire nei vari reparti infortuni che possono capitare nel corso di una stagione”. Il Foggia che ha il 90% dei giocatori, pochi prestiti e Ferrante, il loro bomber con diritto di riscatto. Il presidente sempre molto esplicativo ha indicato gli obiettivi: un terzino, una mezzala e qualche esterno d’attacco. Sul marchio da riprendere c’è tempo, la priorità in casa Foggia e per la presidenza risolvere tutte le questioni contrattuali, debitorie e quella del calciomercato, con la priorità sempre di costruire una squadra competitiva e di gente motivata, parola del patron, Nicola Canonico. (Ph. Tess Lapedota)

M.I.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *