Deprecated: Optional parameter $post_status declared before required parameter $image_owner_email is implicitly treated as a required parameter in /var/www/vhosts/quotidianodifoggia.it/httpdocs/wp-content/plugins/adnkronos-feed-importer/inc/utility.php on line 44
Iacomino: “Ritrovato uno degli ordigni più grandi dell’arsenale americano” - QuotidianodiFoggia.it
Primo Piano

Iacomino: “Ritrovato uno degli ordigni più grandi dell’arsenale americano”

Fra pochi giorni cade l’81° anniversario dei bombardamenti su Foggia

Una evacuazione dalle proprie case di questa portata sarebbe un fatto storico per Foggia. Altri ordigni sono stati rinvenuti negli anni, basti pensare a quelli durante gli scavi per il Gino Lisa o qualcun altro in terreni agricoli. A nostra memoria non si ricorda qualcosa come via Spalato e decisioni annesse. Lo conferma Gigi Iacomino, esperto foggiano di storia della seconda guerra mondiale, autore di vari libri sull’argomento e modellista d’epoca. “Il problema, qualora ci fosse una deflagrazione, è lo spostamento d’aria, che fa la maggior parte dei danni. La bomba ritrovata dovrebbe essere una vecchia 454 Kg, una delle più grandi a disposizione dell’arsenale americano. Il fuoco a tappeto avveniva con 90-100 bombardieri alla volta, gli inglesi colpivano di notte, invece, a gruppi di 2-3. Come sappiamo, la zona della stazione in cui via Spalato si trova è stata massacrata. Tra pochi giorni, ci avviciniamo all’81° anniversario dei bombardamenti su Foggia, il primo fu del 27 maggio 1943. Sembra una coincidenza, non è vero ma ci credo”.

Racconta di un suo amico, lavorava sulle pale meccaniche: “Ne trovava spesso di ordigni, scavando, almeno una decina da quando aveva cominciato. Li riconosceva dal tonfo della pala nel terreno. Quella di via Spalato è una situazione molto delicata. Una bomba lì sotto da 80 anni può essere molto danneggiata, ci vorrà tutta l’abilità che hanno gli artificieri per disinnescarla. Periodicamente, anche da Foggia, questi esperti si spostano per operazioni del genere in tutta Italia. Nel nord ne sono state trovate anche di più devastanti. Se la bomba di via Spalato fosse stata più grossa, avrebbero dovuto sgombrare tutta Foggia. Quella che si avviano a fare è la procedura standard”. (p.l.)

 

 

 


Pubblicato il 15 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio