Assonautica: “Senza porto le Tremiti si spopoleranno”
8 Febbraio 2020
Piera Levi Montalcini ospite dell’I.T.E. Pascal
8 Febbraio 2020

Giannini: nuove risorse per la difesa del suolo a Foggia

Una nota dell’assessore alle infrastrutture e trasporti, Giovanni Giannini: “La Puglia è la Regione che ha programmato e impegnato la maggiore quantità di risorse in Italia per far fronte al dissesto idrogeologico, senza mai essere incorsa nella sanzione della revoca applicata nei casi di ritardi nella programmazione.

Un impegno costante che dal 2016 ha visto programmare e impegnare risorse per quasi 400 milioni di euro, destinate a 219 interventi mirati sia alla messa in sicurezza e ricostruzione a seguito di eventi calamitosi, che alla prevenzione dei rischi idraulico e idrogeologico”.

Tra queste risorse ci sono anche quelle approvate in Giunta in settimana per complessivi 21.413.651 euro, di cui 19.850.466 per interventi inseriti nel Piano operativo per il dissesto idrogeologico 2019 approvato dal Ministero in sette Comuni della Provincia di Foggia (Panni, Volturino, Bovino, Volturara Appula, Monteleone di Puglia, Carlantino, San Marco La Catola) e nel Comune di Acquarica del Capo (Le), e 1.563.185 euro per le progettazioni di interventi, inseriti nel Terzo Stralcio del “Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico”, nei Comuni di San Giovanni Rotondo (Fg), Orta Nova (Fg), Otranto (Le), Vernole (Le), Miggiano (Le), Villa Castelli (Br) e Massafra (Ta).E’ stata inoltre approvata la riprogrammazione del fondo FAS 2000-2006 con lo stanziamento di  3.720.000  euro per la realizzazione di opere di ammodernamento e messa in sicurezza della SP 231, nel tratto fra il ponte su Lama Balice (km 8+270) e il tratto a quattro corsie al km 10+200 in prossimità dell’intersezione con la SP 218 “Poligonale di Bitonto”.L’intervento, del valore complessivo di 4.545.000 euro, comprende anche il cofinanziamento della Città Metropolitana e del Consorzio ASI di Bari per 825.000 euro.

I lavori riguardano la manutenzione stradale e la sistemazione idraulica, un parziale allargamento a quattro corsie, la realizzazione di due rotatorie, un percorso ciclo-turistico corrispondente al tracciato dell’antica via Appia, che porterà fino all’abitato di Bitonto, e un camminamento ciclo-pedonale protetto da barriera per raggiungere in sicurezza il centro abitato.

 

E’ invece a totale carico della Città Metropolitana, del Consorzio ASI e del Comune di Bitonto l’intervento di ammodernamento e messa in sicurezza dell’altro tratto bitontino della SP 231, dal km 7+200 (intersezione con la SP 111 “Palo del Colle-Bitonto”) al km 8+160 (Ponte di Lama Balice), del valore di   3.755.000 euro.

“Queste opere – conclude l’assessore – consentiranno di migliorare gli standard di sicurezza e fruibilità della SP 231 nei pressi del centro abitato di Bitonto, un’arteria stradale trafficata e purtroppo teatro di numerosi e gravi incidenti.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *