Al Giannone-Masi il coraggio di Giovanni Panunzio, l’imprenditore ucciso per avere detto no al pizzo
21 Gennaio 2023
Dormono con braciere acceso, morti due migranti nel ghetto di Borgo Mezzanone
23 Gennaio 2023

Gallo esalta i suoi: “Possiamo fare qualcosa di importante”

Dopo essere tornati alla vittoria in casa Foggia, domenica pomeriggio è arrivato un altro successo questa volta contro il Potenza di mister Raffaele. La semifinale di Coppa contro la Juventus Next. aveva già restituito una gioia al popolo rossonero, e domenica è stata bissata in campionato proiettando la squadra di Gallo al settimo posto a 32 punti con la terza vittoria nelle ultime cinque gare. Una vittoria del gruppo che segue il suo tecnico in tutto ed al netto di un calo fisiologico che era corrisposto c0on due sconfitte di fila contro Picerno e Virtus Francavilla, la squadra sta dimostrando coesione di intenti, nonostante il periodo legato al calciomercato che potrebbe minare qualsiasi squadra e comunque per i “nuovi” c’è un periodo di assestamento legittimo. La concentrazione, la perseveranza e la determinazione dei ragazzi di Gallo ha fatto la differenza, insieme alle reti di Ogunseye, Iacoponi e Di Noia. Sul pezzo si è visto anche Petermann, insieme ai martelli sulle fasce di Garattoni e Costa. Mister Gallo ha detto la sua come riportato sul sito ufficiale della società stesso e chiarendo le sue affermazioni alla vigilia della gara che erano state travisate: “La mia conferenza stampa è stata travisata da qualcuno. Non ho ammazzato nè Vacca nè Beretta. Ho solo detto che non sono in condizione e che dovranno lavorare per mettersi in linea con gli altri. Il Foggia non sta smantellando. D’accordo con il presidente vogliamo fare qualcosa di importante. Io sono il tecnico e d’accordo con lui stanno cercando di accontentarmi su quelle che sono le mie volontà. Volevo chiarire questo perché ci tenevo a chiarire perché io non litigo con il Presidente con il quale siamo in sintonia. Stiamo facendo tutto per il bene del Foggia. Nicolao ha chiesto di andare via e noi non possiamo che accontentarlo. Ho chiesto concentrazione ai ragazzi e a casa nostra dobbiamo difendere il fortino fino all’ultimo minuto. Casa nostra non deve essere più violata da chiunque. Peralta ha passato due giorni e mezzo di febbre e non era in condizioni di giocare. Iacoponi è una piacevole conferma di quello che guardo nel quotidiano e dopo tanti rimbrotti sta diventando un calciatore importante come Ogunseye che ho obbligato a giocare con protezione e scarico alla porta. Deve continuare così e deve essere sempre sulla corda. Mi piace esaltare la prestazione dei miei ragazzi, perché di fronte avevamo il Potenza che è una delle formazioni meno battute del campionato. I demeriti del Potenza sono frutto dei meriti del Foggia vistosi in campo. Non dobbiamo più ripetere gli errori fatti con Cerignola e Picerno”. Il prossimo appuntamento per il Foggia è domenica in riva all’Adriatico contro il Pescara alle 14.30, per poi tornare in campo nel derby contro il Taranto mercoledì primo febbraio. (Ph. Calcio Foggia1920).

M.I.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *