“A livello regionale? Non accadrà nulla”
28 Settembre 2022
Impazza il totonomi: Scienza, Marchionni, Di Biagio ed altri outsider
29 Settembre 2022

Fondi dai ministeri in Puglia: 27 milioni alle famiglie in locazione

Piovono fondi a beneficio delle famiglie bisognose che pagano un affitto di casa a livello nazionale, ma in Puglia bisogna darsi da fare. E senza perdere tempo. A sollecitare la Regione Puglia, infatti, sono le associazioni di categoria a tutela degli inquilini, dopo che dal Ministero delle Infrastrutture hanno emesso un nuovo Decreto del riparto per le diverse regioni delle somme a sostegno, come detto, delle famiglie in locazione. Importo previsto a bilancio dello Stato? Ben 330 milioni, di cui 27.277.078,81 a voler essere estremamente precisi assegnati alla Regione Puglia. Ed ecco allora che il Sunia ha deciso di sollecitare seduta stante l’Assessora Regionale alla Politiche Abitative, Anna Grazia Maraschio, ad assegnare con procedura d’urgenza ai Comuni le risorse Nazionali spettanti così come previsto dal Decreto Ministeriale. Somme che devono essere integrate con quelle regionali disponibili affinché i bandi comunali concludano l’iter amministrativo con l’erogazione del contributo prima di fine anno. Infatti c’è il serio rischio che il prossimo autunno/inverno possa esserci una crisi energetica che vedrà non solo un blackout programmato dal Governo ma un ulteriore aumento delle bollette di energia elettrica e gas che ha visto nel primo trimestre del 2022 (comparato con il 2021) un aumento del 131% della luce e del 94% del gas (fonte ilsole24ore del 21/02/2022) nonché come dichiarato dal Ministro Cingolani in data 14 settembre “Il prossimo trimestre le bollette elettriche aumenteranno del 40%” (fonte agi.it). Insomma, il Segretario Provinciale Sunia Angelo Garofoli è molto preoccupato da una situazione economica che rischia di precipitare da un giorno all’altro, per cui si spiega facilmente il ‘pressing’ diretto all’Assessore Maraschio “…a una puntuale verifica dei Comuni che hanno costituito l’Agenzia Comunale per la Casa, localizzando idonee risorse da ripartire alle suddette Agenzie e garantirne il loro funzionamento. Il funzionamento delle Agenzie è strategico per il rafforzamento delle Politiche Abitative in Puglia”. Per essere ancora più chiari, organizzare i Comuni con l’attivazione delle Agenzie Comunali, metterebbe nelle condizioni i Sindaci per affrontare tutti gli aspetti dell’emergenza abitativa, che va dagli sfratti all’aumento vertiginoso degli oneri accessori che in alcuni casi sono superiori al canone di locazione. Alla fine, per rendere meno dura la vita degli inquilini, il Sunia rammenta pure che parte dei fondi ministeriali decretati, potrebbero essere utilizzate per sostenere le iniziative intraprese dai medesimi comuni e dalle regioni attraverso la costituzione di agenzie, istituti per la locazione o fondi di garanzia tese a
favorire la mobilità nel settore della locazione.  Anche di soggetti che non siano più in possesso dei requisiti di accesso all’edilizia residenziale pubblica attraverso il reperimento di alloggi da
concedere in locazione a canone concordato ai sensi della legge n. 431/1998. (fradema)

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *