Cgil-Cisl e Uil: “Preoccupati per il livello dei servizi ai cittadini”
7 Settembre 2021
Terzo in Italia per qualità dei corsi
7 Settembre 2021

Ferrante: “Segnare allo ‘Zac’ è un’emozione unica”

Quasi non c’è stata sorpresa ma più euforia per lo spettacolo offerto dal Foggia di Zeman. Alla prima era mancato l’ultimo passaggio e scarsa lucidità sotto porta, ma i rossoneri in trasferta contro una neopromossa non hanno snaturato il proprio gioco. Domenica pomeriggio allo ‘Zac’ invece i diavoli rossoneri hanno fatto uscire tutta la ‘garra’, la voglia di stupire e forse di candidarsi ad un ruolo anche più di mina vagante, anche se il risultato registra 4-1 per il Foggia, dall’altra parte il Potenza di Gallo sino al settantesimo è stato in partita ed ha replicato la buona prestazione al debutto contro il Bari, poi sono affondati sotto i colpi di Curcio e del resto della truppa foggiana. Le marcature sono state di Alexis Ferrante dopo appena cinque minuti con un colpo di testa di Merkaj, poi nella ripresa per i leoni lucani ha pareggiato Ricci, e dal 69’ in poi il Foggia ha ripreso il vantaggio e dilagato, prima con Petermann con un tiro all’incrocio, in seguito al 72’ con l’ottimo Merkaj ed al 75 con una triangolazione da manuale del calcio, Curcio-Merkaj-Curcio, quest’ultimo ha superato il portiere ed ha segnato per il poker. Prossima gara contro la Turris, sabato sera sempre in casa allo ‘Zaccheria’. A parlare al termine della gara, uno dei protagonisti destinato ad andare in doppia cifra, ovvero l’ex ternano italo-argentino, Alexis Ferrante che ha dichiarato come riporta il sito ufficiale, in risposta alle domande dei giornalisti locali: “Non vedevo l’ora di sentire lo Zaccheria esultare, è stata un’emozione fortissima. Lo stadio è uno spettacolo, ci dà adrenalina, una carica incredibile”. Alexis Ferrante commenta così il suo gol al 5’ della gara contro il Potenza. Sulla squadra afferma: “dobbiamo lavorare, continuare ad ascoltare il mister per fare prestazioni importanti. Ho fatto i complimenti a tutti i miei compagni perché hanno dato l’anima e abbiamo dimostrato grande spirito di sacrificio. Sono fiducioso che faremo grandi cose insieme”. E’ intervenuto, in seguito, anche il migliore in campo e capitan Curcio che ha detto: “È stato bellissimo, un’emozione fantastica. Purtroppo lo scorso anno non abbiamo potuto sentire il tifo. Oggi è stato bello già dal riscaldamento”. Con queste parole Curcio esprime la gioia per il gol e la reazione dello Zaccheria. Sulla gara precisa: “Ci siamo divertiti ma dobbiamo ancora conoscerci meglio e questo possiamo farlo solo giocando. Credo che non ci siano titolari, lo siamo tutti perché ognuno da il suo contributo al gioco proposto dal mister”. A predicare calma ma allo stesso tempo ad alzare l’asticella, ci ha pensato il boemo Zeman, il maestro che sta portando nuova linfa a tutta la Lega Pro e girone C, il quale ha dichiarato, come riportato dal sito ufficiale: “Buona prestazione, sono contento ma speriamo che i ragazzi si applichino sempre di più. Rispetto ai cambi effettuati vi dico che hanno inciso perché hanno fatto gol e hanno cercato di dare profondità al gioco”. Sulla condizione atletica della squadra Zeman non ha alcun dubbio: “E’ aumentata rispetto al 50% di fine agosto, mi sono piaciuti perché non hanno rinunciato a correre e quando si lamentano che hanno mal di gambe sono contento”. (Ph. Calcio Foggia 1920).

M.I.

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *