Bugo in concerto per i percorsi settembrini
10 Settembre 2021
Gli industriali si costituiscono parte civile
10 Settembre 2021

“Fare il sindaco? Come essere un volontario”

“Fare il sindaco? Come essere un volontario”: lo dice in questa intervista al Quotidiano Giuseppe Nobiletti, sindaco di Vieste. Questa estate la cittadina garganica, vera perla del turismo e di buona amministrazione, ha fatto registrare un boom turistico con oltre due milioni di presenze, record.

Sindaco Nobiletti, che cosa rappresenta per lei questo incarico?

“Sento questo non semplice impegno come fossi un volontario, lo svolgo senza secondi fini o riserve. Amo Vieste e intendo dare alla città il meglio di me. Infatti quando le cose non vanno come dovrebbero, mi arrabbio sul serio. Metto Vieste al primo posto”.

Qual è la forza della sua amministrazione?

“Il non essere legato ad alcun partito e lo stesso vale per tutta l’amministrazione. Questo ci rende liberi. Svolgiamo un lavoro faticoso, 24 ore al giorno, ma consci che dobbiamo dare sempre il massimo. Naturalmente è possibile sbagliare e possiamo fare sempre più”.

Come è andata la stagione estiva in termini di turismo?

“Molto bene. Dalle prime proiezioni superiamo il record degli anni precedenti, persino meglio del 2019. Abbiamo oltrepassato il 2.000.000 di presenze, insomma promossi a pieni voti”.

Quali i suoi progetti?

“Nel primo mandato abbiamo pensato ad aggiustare le strade che erano un disastro, rendendo tutto maggiormente moderno. Ora nel prossimo intendiamo investire sul patrimonio artistico e culturale specialmente e sulle opere pubbliche. Abbiamo da spendere 40 milioni di finanziamenti”.

Che cosa non va?

“Grandi cose no, forse migliorare i rapporti tra turisti e residenti, la viabilità e le aree parcheggio”.

Enogastronomia?

“Ottima, è difficile mangiare male a Vieste, bisogna proprio cercarsela”.

Bruno Volpe

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *