Dal governo aiuti per siccità e gasolio, ma qua si rischia la desertificazione
6 Agosto 2022
Bonerba (Ance): “A rischio imprese e lavoratori se il Governo non sblocca i crediti”
6 Agosto 2022

Eugenio Bennato a Celenza Valfortore

Quattro appuntamenti segnano l’agosto di Celenza Valfortore. Si parte mercoledì 10 con La misura del tempo – giornata di studio e curiosità sugli antichi orologi monumentali della chiesa Madre. Con il tecnologo Angelo Garofano, cultore delle macchine orologio di Alfonso Sellaroli, ci saranno il primo cittadino Massimo Venditti e il presidente dell’Associazione Archeoclub Elio Venditto: “L’orologio da torre a grande suoneria – spiega quest’ultimo – giaceva nel campanile, coperto da polvere e guano di piccione. Ogni singola parte è tornata allo splendore e alla funzionalità originaria. Ancora poche ore e verrà restituito alla cittadinanza”.

Dal 12 al 16 agosto, ancora, è in programma la personale di Luigi Nicola Torre. L’artista propone tele che spaziano dai vicoli angusti del centro storico, alle anse del vicino invaso di Occhito – estrema periferia nord della Puglia -, salvo poi spingerci al margine dell’umanità, tra volti di migranti sofferenti, cittadine distrutte dai bombardamenti e apnee, dove l’umanità sembra annegare o ridestarsi. Una ricerca artistica personalissima, in continua evoluzione nelle tecniche e nelle forme.

Nel pomeriggio del 13 agosto ci sarà la cerimonia di riconsegna degli affreschi e del pulpito ligneo custoditi nell’ex monastero San Nicola, finemente restaurati dalla ditta La.R.A. di Pietra Montecorvino. Gli interventi conservativi saranno presentati dai restauratori Vincenzo Basile e Francesco Daddario, con l’ausilio del sindaco Massimo Venditti e dell’assessore ai beni e alle attività culturali Angelo Boccamazzo. “Gli affreschi risalgono tutti al XVIII secolo, il pulpito alla prima metà del 1600. Sono pezzi unici”, argomenta Venditti. “È stato un percorso lungo – continua Boccamazzo – e un lavoro di squadra. Ringrazio la Regione Puglia per il finanziamento e l’associazione Archeoclub per la collaborazione. Dovevamo salvare queste opere per il loro valore artistico e identitario”.

Infine il 14 agosto, Eugenio Bennato si esibirà in piazza Malice con tre musicisti e una cantante – danzatrice con lo spettacolo Vento popolare. Un viaggio nelle sonorità mediterranee, tra grandi classici del suo repertorio e nuove proposte.

Tutte le iniziative sono promosse dall’associazione Archeoclub con il patrocinio del Comune di Celenza Valfortore.

 

 179 total views,  8 views today

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *