“Si faccia anche un bollettino dei decessi da tumore o infarto”
18 Gennaio 2022
Foggia cambia musica! Ecco “Il ritmo della legalità”
19 Gennaio 2022

Era solo un’innocente fantasia

Prosegue la XX stagione teatrale della Compagnia Enarché, di casa al Teatro Regio di Capitanata di Foggia. E proprio al teatro di via Guglielmi, 8a (c/o Chiesa Madonna del Rosario) sabato 22 gennaio andrà in scena Era solo un’innocente fantasia, commedia brillante in tre atti, che verrà portata sul palcoscenico da una compagnia ospite, l’Associazione teatrale Tanino di Deliceto.La rappresentazione di sabato 22 gennaio rientra nell’ormai consolidata prassi di ospitare al teatro Regio di Capitanata tante compagnie pugliesi e non solo: una scelta caldeggiata e promossa dal Presidente di Enarchè, Carlo Bonfitto, delegato regionale della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatoriale).La trama – La vicenda è ambientata negli anni Sessanta e ha per protagonista una coppia borghese formata da un avvocato, Paolo (Gaetano Doto), e sua moglie, Adriana (Annalaura D’Ecclesia), una casalinga. Due persone assai diverse: concreto, dedito al lavoro e per nulla incline alle divagazioni lui, desiderosa di andare oltre la monotonia di una vita sempre uguale e sognatrice lei. Va da sé che i due caratteri verranno presto a cozzare: l’occasione è la partenza per un viaggio di lavoro dell’avvocato, che spinge la moglie ad abbandonarsi a quella che è in effetti un’innocente fantasia. Prendendo spunto dalla scena di un film visto insieme al coniuge (“Tempo perso quello passato al cinema… ”, afferma Guarnieri), la donna mette una lampada dietro la finestra: un segnale per un innamorato. Questo espediente di Adriana è solo una maniera per evadere dalla routine quotidiana, ma le cose non vanno per il verso giusto: il marito torna a casa inaspettatamente, si accorge del fatto e inizia a insospettirsi. E perciò entra in scena un segugio che ha l’incarico di scoprire chi sia il misterioso e fantomatico amante della moglie; non manca a dare pepe alla vicenda dolceamara la classica suocera…Qualche nota sull’Associazione teatrale Tanino di Deliceto: attiva nel centro del Monti Dauni dal 2010, la compagnia organizza laboratori teatrali, corsi di fonetica e dizione, proponendo commedie originali in lingua (come Era solo un’innocente fantasia) e classici (una per tutti: Canto di Natale di Dickens), oltre a fiabe e farse medievali.La commedia è stata scritta da Mattia Iossa, che firma anche la regia. A interpretare la messinscena, oltre ai già citati Gaetano Doto e Annalaura D’Ecclesia, Francesca Pontone, Simona Ianigro, Luigi Minichella, Gennaro Iossa.Le scene sono affidate a Vito Biadi, i costumi a Vize Ruffo, mentre il reparto audio-luci è a cura di Antonio Bonuomo; foto di scena di Alessandro Forcelli.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *