La Biblioteca “la Magna Capitana” e Libera contro le mafie
16 Gennaio 2021
L’iniziativa “Attaccati al dialetto”
19 Gennaio 2021

Dopo decenni, attivato l’Ufficio Cave Intercomunale

Da qualche giorno è attivo regolarmente l’Ufficio Cave Intercomunale, con Apricena Comune Capofila. “Siamo estremamente soddisfatti di questo risultato raggiunto” – dichiara il Sindaco Antonio Potenza – “Apricena è il bacino estrattivo più importante della Puglia e del Sud Italia. Per decenni i nostri imprenditori hanno dovuto girovagare per uffici in tutta la Regione aspettando anche anni per avere una autorizzazione, trovandosi spesso in serie difficoltà nel pianificare le proprie attività e i rispettivi investimenti. Dopo anni di confronti con la Regione Puglia, in cui non sono mancati momenti di tensione, si è arrivati alla istituzione di una legge che prevede il decentramento ai Comuni per le attività amministrative. Apricena è diventato il centro nevralgico delle attività estrattive di tutta la Provincia. Al nostro ufficio cave hanno aderito anche i Comuni di Poggio Imperiale, Chieuti e San Giovanni Rotondo, che nonostante amministrate da compagini politiche diverse dalla nostra (sono tutte a guida PD), hanno avuto grande fiducia della nostra comunità e della struttura tecnica/organizzativa che questa Amministrazione ha costruito in questi anni. Da lunedì 11 gennaio” – continua il Sindaco – “un nuovo posto di lavoro si è attivato nel nostro Comune, il geologo dott. Michele Pecorelli, selezionato dopo apposito avviso pubblico, esperto in materia, è il referente dell’ufficio cave. Il funzionamento di tale ufficio non produce costi per il Comune, in quanto finanziato dalla Regione e dai contributi che le aziende estrattrici versano come tasse sulla loro attività di estrazione. Ringrazio la Regione Puglia per la collaborazione, i Sindaci dei tre Comuni che hanno aderito a tale progetto e invito gli imprenditori del comparto a guardare con fiducia al futuro, La Burocrazia non sarà piu’ un problema per lo sviluppo dell’intero settore. Unica nota stonata e di cui siamo dispiaciuti: tutte le Amministrazioni Comunali dei tre Comuni hanno votato all’unanimità nei rispettivi consigli comunali tale iniziativa, solo la minoranza del Comune di Apricena ha votato contro. Un vero peccato. Noi continuiamo a lavorare per il  bene della nostra città, Viva Apricena”- conclude Potenza.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *