Attualità

Donna uccisa a Roma, le colleghe: “Mai avvisaglie o crisi, Manuela era tranquilla” – Video

(Adnkronos) – Roma, 4 lug. (Adnkronos) "Era appena uscita dal lavoro, Manuela aveva appena attaccato col figlio, gli aveva detto 'amore, adesso mamma viene a prenderti', con una collega stava andando a riprendere la macchina quando l'ex compagno le si è accostato con la sua smart". È il racconto all’Adnkronos di due colleghe di Manuela Petrangeli, la fisioterapista 51enne uccisa a colpi di fucile dal suo ex in via degli Orseolo, davanti alla clinica Villa Sandra dove la vittima lavorava come fisioterapista.  "L'ha prima colpita a un braccio, lei è corsa via, ha provato a ripararsi dietro a un’auto parcheggiata, ma poi lui ha mirato al petto e non c’è stato più nulla da fare", dicono le colleghe. "Una donna davvero per bene, un’amica e una professionista – aggiunge Maria Cristina, collega di Manuela – Mai avremmo immaginato una cosa del genere perché mai ci aveva raccontato di liti o situazioni difficili. Erano separati da circa tre anni, ma nessuna crisi. È solo l’ennesimo, terribile, femminicidio". "Le avevano fatto da poco il contratto – aggiunge Maria Rita – Stamattina abbiamo preso il caffè insieme, finalmente era tranquilla". (di Silvia Mancinelli) —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)


Pubblicato il 4 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio