Sport

Cudini non demorde per i playoff

Decimo posto per i rossoneri da blindare in vista dello sprint finale

I Satanelli sono usciti dal “Francioni” quasi ridimensionati con un risultato eccessivo alla luce delle occasioni prodotte. Tre sono stati i gol dei laziali, Marino nel primo tempo, Fabrizi al settantesimo e Giuseppe Fella nei minuti di recupero con i rossoneri incapaci di segnare anche il gol della bandiera. Il distacco dall’undicesima peraltro l’Audace Cerignola si è assottigliato ad un punto anche se il Foggia rispetto alla pesante debacle di sabato aveva centrato il successo a Messina, dove comunque nel rendimento in gare esterne lo ha trovato soltanto tre volte, pareggiando quattro volte e perdendo per ben dieci volte su 17 gare disputate oltre il 58% complessivo, mentre in casa ha conquistato ben 32 punti, frutto di nove vittorie, cinque pari e sole tre sconfitte. Venerdì sera sarà l’occasione ghiotta per poter tornare ad assaporare la vittoria condita anche dal bel gioco che si è assistito dal ritorno di Cudini, anche se di fronte ci sarà la Casertana quarta in classifica e con qualche residua ambizione di poter arrivare terza. Numeri alla mano, mister Cudini come riportato dai canali ufficiali del club, in conferenza stampa ha tracciato la sua analisi: “Siamo usciti da questa partita con tre gol al passivo. Un risultato pesante per quello che abbiamo espresso in campo, per l’atteggiamento che abbiamo avuto e per come abbiamo impostato la partita. Devo dire che abbiamo avuto il possesso palla quasi sempre, però spesso abbiamo concesso qualche ripartenza e transizione al Latina, che è una squadra molto organizzata e molto pratica. Il terzo gol era anche in fuorigioco credo di tre metri e mi dispiace parlarne perché non è mio costume. Dovevamo essere però più lucidi e bravi a concretizzare. La prestazione non è mancata di là del risultato negativo. Ci dispiace per la nostra gente ma non cambia nulla nel nostro percorso ed è ancora tutto in gioco”.  Battute finali per il tecnico rossonero: “I playoff della passata stagione sono stati forse qualcosa di irripetibile però dobbiamo ancora conquistare il pass per questi. Se dovessimo farcela, con la piazza di Foggia che regala sempre grossi stimoli sarebbe entusiasmante e quando c’è entusiasmo tutto può accadere. Per prima cosa entriamoci e poi ce la giocheremo nel migliore dei modi”. (Ph Calcio Foggia 1920/Antonellis).

M.I.

 

 


Pubblicato il 3 Aprile 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio