“Il Paese della Fantasia”, Vieste pronta a vivere il suo Carnevale
25 Febbraio 2020
Mediterraneo, frontiera di pace. Bux: “L’evangelizzazione è l’unico laboratorio possibile”
26 Febbraio 2020

Coronavirus: oggi i sindaci foggiani in Prefettura con il direttore della Asl

Si svolgerà oggi nei locali della Prefettura di Corso Garibaldi a Foggia, l’incontro tra i sindaci dei comuni della provincia di Foggia alla presenza del direttore generale della Asl Vito Piazzolla, per fare il punto della situazione sull’emergenza epidemiologica da Covid-19 che ha provocato anche sette vittime in Italia e oltre 200 contagi. Al momento sono cinque i casi sospetti in Puglia. Il governatore della Regione Michele Emiliano ha invitato tutti i cittadini provenienti dalle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e che vi abbiano soggiornato negli ultimi 14 giorni, a comunicare la propria presenza in Puglia con indicazione del domicilio al proprio medico di medicina generale ovvero, in mancanza, al Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente al fine di permettere l’esercizio dei poteri di sorveglianza sanitaria.

Al Tribunale di Foggia, in udienza singolarmente

Prime misure precauzionali per l’emergenza Coronavirus anche al Tribunale di Foggia, sezione Lavoro e previdenza in via Gramsci, un comparto particolarmente affollato. Ieri apparso un cartello nei corridoi che invita tutti gli avvocati, “causa emergenza sanitaria, ad accedere alle aule di udienza ognuno per le proprie cause singolarmente seguendo l’elenco affisso alla porta esterna in ingresso dalle singole aule”.

Il sindaco di Candela: chi viene dal Nord lo dica

“Tutte le persone interessate da spostamenti da e per le zone del Nord Italia coinvolte in questo momento dal focolaio di diffusione del Coronavirus devono immediatamente e urgentemente darne comunicazione al sindaco”. E’ l’ordinanza emanata dal primo cittadino di Candela, Nicola Gatta, per affrontare l’emergenza da Covid-19. “Vanno comunicati – si legge nell’ordinanza – gli spostamenti, la data di partenza per le zone indicate o la data di arrivo nel Comune di Candela, in modo da consentire alle autorità sanitarie di porre in essere tutte le necessarie operazioni previste dal protocollo del Ministero della Salute”. Con l’ordinanza, i cittadini che negli ultimi giorni si sono recati nelle località interessate sono invitati, pur evitando allarmismi, a sottoporsi ad accertamenti sanitari.

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *