Primo Piano

Consumo di suolo, la provincia di Foggia in cima alla classifica regionale

Coldiretti Puglia, dal 2016 consumati 160mila ettari di suolo

In Puglia a causa dell’abbandono, della cementificazione e del consumo di suolo causato dagli impianti fotovoltaici a terra risultano “mangiati” altri 718 ettari di terra. Lo afferma Coldiretti Puglia in una nota, riferendosi ai dati del rapporto annuale dell’Ispra sul consumo del suolo nel 2022.
Sul territorio regionale, negli ultimi 12 mesi “in cima alla classifica di suolo consumato si posiziona la provincia di Foggia con 313 ettari, seguita da Bari con 136, Lecce con quasi 116, Bat (Barletta-Andria-Trani) con quasi 74, Brindisi con oltre 44 e Taranto con quasi 35, per un totale dal 2016 a oggi di quasi 160mila ettari di suolo consumato”, evidenzia Coldiretti. “Negli ultimi 50 anni – prosegue – è scomparso quasi un terreno agricolo su tre”.
La situazione è inoltre aggravata dai cambiamenti climatici che, evidenzia ancora l’associazione, “anche nel 2022 hanno fatto perdere in Puglia il 21% della produzione e il 6,2% in valore”, aumentando il rischio idrogeologico che riguarda “il 100% dei Comuni della Bat, il 95% dei territori di Brindisi e Foggia, il 90% dei Comuni della provincia di Bari e l’81% di quelli leccesi, mentre sono 8.098 i cittadini pugliesi esposti a frane e 119.034 quelli esposti ad alluvioni”.

 

 

 


Pubblicato il 26 Ottobre 2023

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio