Primo Piano

Confagricoltura Puglia, a rischio la semina del grano di quest’anno

Un trend negativo potrebbe coinvolgere anche la prossima stagione

La stagione di semina del 2023 ha registrato una significativa riduzione delle coltivazioni di grano in Puglia, un trend negativo potrebbe coinvolgere anche la prossima stagione, quella del 2024: a lanciare l’allarme è Confagricoltura Puglia, che evidenzia come le quotazioni del grano siano in forte diminuzione, mentre i costi di produzione sono in aumento. “I produttori – sottolineano il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro e il presidente di Confagricoltura Foggia Filippo Schiavone – devono valutare attentamente se mantenere i piani di semina o adottare strategie alternative. Oltre alle incertezze geopolitiche legate al conflitto in Ucraina, la situazione climatica rappresenta una preoccupazione fondamentale per i produttori pugliesi. La carenza d’acqua nella regione e gli eventi atmosferici estremi, come nubifragi e grandinate, possono influenzare negativamente la produzione di grano. È essenziale monitorare attentamente le condizioni meteorologiche e adottare pratiche di gestione sostenibile per mitigare gli impatti negativi”. Con 344.700 ettari coltivati e 688mila tonnellate di produzione, la Puglia è la regione italiana con la maggiore superficie dedicata al grano duro. Un primato che rischia di essere compromesso dalle congiunture sfavorevoli.

 


Pubblicato il 20 Marzo 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio