Primo Piano

Comune di Foggia. La minoranza è imbrigliata in uno scontro di leadership

Non scoppia di salute il Pd ma nemmeno il Pdl sta tanto bene e si avvia verso la fine dell’anno con un’acuta crisi di unità. L’esordio di Francesco D’Emilio a capogruppo del Pdl non è stato supportato dalla presenza in aula dei suoi consiglieri di minoranza. Una coincidenza? No, non lo è stata. Nell’ultimo consiglio comunale, appena è stato chiamato il suo nome tra gli iscritti a parlare, nel giorno del suo primo intervento dopo la nomina, le file della minoranza si sono svuotate, tra i banchi sono rimasti in tre. A segnalare un malessere profondo che cova sotto la cenere e che ha trovato un momento di tregua e di compattezza solo nel momento in cui è stata firmata dai 14 al completo la mozione sul dissesto. Anche l’indipendente Eugenio Iorio si è unito alla minoranza. Ma erano visibilissimi in aula i dissidi sulle firme, chi l’avesse messa per primo e perché poi, di conseguenza, avrebbe dovuto fregiarsi dei meriti. Continua sull’edizione cartacea del Quotidiano di Foggia. Nelle edicole di Foggia e provincia  


Pubblicato il 23 Dicembre 2010

Articoli Correlati

Back to top button