Ripulire le spiagge dalle retine per la mitilicoltura attraverso il gioco
21 Luglio 2022
Vola nell’export l’olio extra d’oliva pugliese, ma anche il costo di produzione
21 Luglio 2022

Cave abbandonate, visioni e progetti per dare nuova vita ai luoghi feriti del territorio

La cultura della pietra, della forma che diventa simbolo, è parte integrante e soprattutto autentica della Puglia. Il Politecnico di Bari, con il Dipartimento dell’Ingegneria Civile e dell’Architettura (DICAR) da tempo è impegnato nel fornire ai suoi studenti gli strumenti per comprenderla, apprezzarla e rinnovarla attraverso la disciplina architettonica.Su tema della pietra, il corso di Progettazione Architettonica IV di architettura, anno accademico 2021/2022, ha focalizzato le sue attenzioni, con particolare riferimento alle cave di Apricena, individuate come luogo simbolo. La Puglia, come noto, è il secondo bacino estrattivo italiano e Apricena, con le sue tipologie:bronzetto, serpeggiante, filetto rosso, è il più importante centro dopo Carrara.Dalle caratteristiche del bacino estrattivo dauno sono partite visioni, ragionamenti, esperimenti, progetti appunto, che evidenziano il valore di luoghi aridi e desolati come le cave abbandonate, immaginando di rigenerarle attraverso la disciplina architettonica. Lo scopo è stato soprattutto quello di far riflettere sul tema dell’utilizzo del materiale lapideo, di scarto e non, per dare nuova vita a luoghi che si presentano quasi come “ferite” nel territorio pugliese. Le cave diventano così alberghi, centri sportivi, teatri, spazi di coworking e musei che animano il territorio e gli conferiscono un rinnovato valore nel rispetto della pietra di Apricena, che resta assoluta protagonista, seppur declinata in molteplici modi.Le “visioni” studentesche che hanno coinvolto 25 studenti, 2 dottorandi e 1 assegnista di ricerca, coordinati dal prof. Giuseppe Fallacara, titolare della cattedra, hanno trovato forma e spazio in dieci progetti nella mostra, appunto, “Quarry Visions”.La mostra sarà presentata e aperta al pubblico sabato, 23 luglio, ore 10,00, ad Apricena presso la Casa del Cultura della città, Palazzo Paolicelli. L’evento, realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Bellezza del Comune di Apricena e Stilmarmo, prevede l’installazione, all’interno dell’edificio, di dieci totem triangolari, con gli elaborati grafici e testuali, la proiezione del video riassuntivo degli esiti del Laboratorio di Progettazione, la presentazione del relativo libro, “Quarry Visions”Il programma della giornata prevede gli interventi di: Antonio Potenza (Sindaco di Apricena), Raffaella Piemontese (Vice Presidente della Regione Puglia), Anna Maria Torelli (Assessore alla cultura), Francesco Cupertino (Rettore del Politecnico di Bari), Alfonso Masselli (Relazioni Esterne di Stilmarmo), Giuseppe Fallacara (Politecnico di Bari), Annalinda Neglia (Politecnico di Bari), Anthony Caradonna (NYIT), Maurizio Barberio (Politecnico di Bari), Micaela Colella (Politecnico di Bari), Ilaria Cavaliere (Politecnico di Bari), Dario Costantino (Politecnico di Bari), Alessandro Angione (Politecnico di Bari).

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *