Un successo l’Omaggio a Umberto Giordano
27 Settembre 2022
Presentata la candidatura di “Monte Sant’Angelo Capitale della Cultura 2025”
27 Settembre 2022

Boscaglia ai saluti dopo l’avvio disastroso

Un avvio choc alla guida del Foggia, le premesse erano altre, ma probabilmente il tecnico Boscaglia si è presentato malissimo citando quasi aria di presunzione il suo predecessore, Zeman nel giorno che si doveva presentare alla città, invece a volte si pecca di arroganza, che poi se le cose non quadrano la si ritorce contro. Così è stato per Boscaglia, con un gioco ancora tutto da decifrare, non ha mai convinto nelle amichevoli contro squadre di categoria inferiore e giocando poi in modo disarmante e con scarsa lucidità negli ultimi metri, in campionato dove ha collezionato soltanto quattro punti frutto di una vittoria fortunosa contro la Virtus Francavilla e di misura e di un pari rocambolesco contro il Potenza, reo di aver sbagliato anche un rigore nel finale di gara. Un Foggia che sabato sera è stato annichilito di fronte al proprio pubblico dal Pescara di mister Colombo per ben quattro reti a zero senza mai impensierire la porta abruzzese. Ciò ha prodotto che al termine della partita, ma già durante la gara, è scattata la contestazione nei confronti del tecnico ed il tifo ha chiesto le dimissioni. Probabilmente si va verso una risoluzione consensuale che potrebbe arrivare nella giornata odierna, salvo dovesse essere arrivata nella tarda serata di ieri. Il tecnico Boscaglia, reduce da due fallimenti, sia ad Entella che a Palermo dove fu sollevato dall’incarico, chiuderà così la sua avventura dopo cinque giornate e prima di affrontare il derby contro il Taranto di Eziolino Capuano.  Al posto di mister Boscaglia dovrebbe subentrare o l’ex Foggia da calciatore, Beppe Scienza che non ha mai dimenticato i colori rossoneri e che schiererebbe la consueta difesa a tre, forse un modulo più congeniale rispetto alla confusione che vige attualmente, o più defilato, Marco Marchionni che ha incrociato la presidenza Canonico che poi gli preferì il boemo Zeman. Difficile ed impossibile un ennesimo ritorno di Zeman che con la proprietà attuale ha escluso un ritorno così come l’a.d Davide Canonico qualche tempo fa aveva dichiarato che sotto la loro gestione il boemo non avrebbe fatto più ritorno. Tuttavia, Foggia, i suoi tifosi ma gli stessi addetti ai lavori hanno bisogno di risposte su un avvio a dir poco disastroso di campionato e sul futuro rossonero, affinché torni a brillare. Nei prossimi giorni o anche 48 ore massimo non è escluso che il presidente Nicola Canonico, possa annunciare un nuovo corso sulla panchina dei Satanelli e allo stesso tempo presenziare alla conferenza stampa di presentazione, ponendo eventualmente anche l’accento su quale sarà l’obiettivo realistico della stagione 22’-23. (Ph. Calcio Foggia).

M.I.

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *