Primo Piano

Aumento Tari, le proteste dei cittadini sulla qualità dei servizi

Sui social l’intervento di Episcopo circa i risultati avuti finora

La Tari rincara a Foggia, il consiglio comunale ha approvato a maggioranza l’aggiornamento del Pef (Piano economico- finanziario) 2024-2025 e “l’adeguamento” della tariffa per il 2024. “È un aumento del 5% – comunica in una nota l’assessore al bilancio Davide Emanuele-, una cifra comunque inferiore alla media registrata nella gran parte dei Comuni italiani, nei quali l’aumento medio è del 10 per cento”. E, ancora più dettagliatamente, spiega che parliamo “al massimo di circa 20 euro l’anno in più”. L’opposizione di centrodestra ha votato contro, ma sono anche le proteste dei cittadini, di cui ribollono i social, e la pagina facebook del Comune di Foggia, a tenere banco. “Bidoni e sporcizia ovunque, verde pubblico in stato di abbandono e hanno anche la faccia di chiedere l’aumento…”. “Da comune cittadino – un altro commento- e senza alcun intento polemico, chiedo di incrementare la raccolta differenziata in maniera seria. Non è più tollerabile che una città come Foggia non abbia un piano di raccolta differenziata”.

Quello di un servizio non adeguato alla richiesta è il nocciolo vero della questione, non tanto il fatto che, come ha spiegato l’assessore, a causa di guerra, aumenti del carburante, inflazione e addizionali aggiuntivi sia stato necessario aggiornare il Pef. “La volontà dell’amministrazione resta quella di migliorare sempre più la qualità del servizio di raccolta dei rifiuti reso ai cittadini, e renderlo all’altezza dei sacrifici loro richiesti, delle

aspettative e delle esigenze”. Così dice l’assessore comunicando l’esito del consiglio comunale.

A difesa della scelta è intervenuta, sempre fra i commenti social, la sindaca Episcopo. “Intanto in un mese la differenziata è cresciuta di ben 10 punti”, dice riprendendo i dati diffusi dall’assessora Lucia Aprile circa il primo esperimento di porta a porta commerciale. Sui bidoni stracolmi aggiunge: “La notte Amiu è persino rumorosa per prelevare i rifiuti, ed è al mattino che deve constatare lo stato d’uso. Non vorrà addebitarci i conferimenti fuori orario, gli sversamenti illeciti, i conferimenti ingombranti (che vanno prenotati con Amiu) o le violazioni dei singoli! E anche per questo sono in arrivo fra poche settimane fototrappole intelligenti con multe immediate e salate ai contravventori. Abbiamo sostituito cassonetti, avviato differenziata porta a porta, acquistato cinque macchine lava strade, portato spazzini finalmente in strada, installato campane per il vetro, installato raccoglitori per deiezioni canine e per mozziconi di sigarette, fatto campagne informative dal basso.  Se è zero per lei in soli 7 mesi di amministrazione mi dica prima cosa era”. (p.l.)

 


Pubblicato il 4 Luglio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio