Vuote le terapie intensive della rete Covid pugliese
23 Giugno 2020
Riattivati i treni sulla linea Foggia-Manfredonia
24 Giugno 2020

Attaccacuore, anche a Foggia il Muro della Gentilezza

Nascerà presso la Parrocchia di San Paolo Apostolo, in Piazza Giovanni XXIII, nel quartiere CEP, il primo Muro della Gentilezza a Foggia. Si chiamerà Attaccacuore, la Parete in cui a qualsiasi ora del giorno e della notte si potranno appendere indumenti invernali ed estivi, scarpe e accessori debitamente appesi ad una gruccia. In un mondo diviso e distanziato, ecco un’iniziativa che apre il suo cuore non solo a chi ha più bisogno ma anche alla comunità del quartiere e alla cittadinanza intera. Quello dei cosiddetti Walls of Kindness è un fenomeno nato nella città iraniana di Mashhad, nel 2015, laddove un signore – che ha preferito restare anonimo – dopo aver piantato alcuni chiodi su un muro, avrebbe attaccato degli attaccapanni con su scritto: “Se non ne hai bisogno, lascialo. Se ti serve, prendilo”. In Italia, i muri/punti di raccolta permanente sono spuntati ovunque: Milano, Roma, Palermo, Firenze, Trento, Bologna, Sestri Levante, Parma, spesso accompagnati da messaggi di incoraggiamento, come quello che recita “i muri spesso dividono, questo unisce, difendiamolo dall’indifferenza e dal vandalismo”. “Ecco, Attaccacuore – afferma Patrizia Lusi, Commissario Straordinario dell’ASP Addolorata, che ha fortemente voluto il progetto – non è solo un progetto civico, un banco di prova per saggiare il grado di maturità della gente, la sua capacità di farsi comunità, ma anche un progetto di decoro urbano, che impreziosisce e abbellisce la città”. Un progetto, dunque, di resilienza urbana, il cui concept ruota attorno al tema delle mani, delle braccia che, sovrapponendosi, costruiscono un linguaggio nuovo, quello della circolarità della vita, in cui dare e avere rappresentano due facce della stessa medaglia. Il Muro della Gentilezza verrà inaugurato con una cerimonia pubblica, nel rispetto delle norme anti Covid-19, il prossimo 26 Giugno alle ore 11.00, alla presenza di Don Antonio Menichella, parroco della Chiesa San Paolo Apostolo, dell’avv. Patrizia Lusi e di S.E. Monsignor Vincenzo Pelvi. Speriamo che la città sappia accoglierlo con la generosità e lo spirito di servizio che da sempre la contraddistingue.

 

Condividi sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *