Cultura e Spettacoli

A Deliceto in centinaia alla processione-pellegrinaggio per Maria dell’Olmitello

Il sindaco Bizzarro: “Un momento di grande partecipazione, emotivamente e spiritualmente molto sentito”

Centinaia di bambini, uomini e donne di tutte le età hanno rinnovato, martedì 7 maggio 2024, l’antica tradizione della processione-pellegrinaggio che Deliceto dedica alla Madonna dell’Olmitello. La lunga fila di fedeli che accompagna tradizionalmente le statue sacre e, tra queste, la statua di Maria si è mossa alle 7.30 dalla Chiesa Matrice per arrivare dapprima alla chiesetta dell’Olmitello (che secondo la tradizione fu il luogo dell’apparizione della Vergine), poi al Convento della Consolazione, luogo sacro che storicamente ha ospitato San Gerardo e Sant’Alfonso Maria Maria de’ Liguori, che proprio in quel Convento scrisse “Tu scendi dalle stelle” nel 1744. Un percorso di 7 chilometri tra le colline verdi di Deliceto, con il maestoso profilo del paese e del suo imponente castello che è sempre visibile, per l’intero cammino, come se l’intero borgo vegliasse sul pellegrinaggio accompagnandolo fino a destinazione.

All’evento religioso e popolare, che ogni anno rinverdisce una tradizione molto sentita a Deliceto, ha partecipato anche il sindaco Pasquale Bizzarro.

“Per tutti i delicetani”, ha spiegato il primo cittadino, “il pellegrinaggio del 7 maggio è un momento di grande partecipazione, emotivamente e spiritualmente molto sentito. I significati religiosi e devozionali di questa manifestazione sono molto importanti, così come riveste una sua importanza la partecipazione popolare, il momento di festa, la riscoperta di luoghi meravigliosi come la chiesetta dell’Olmitello e il Convento della Consolazione, luoghi immersi nel verde, che raccontano la nostra storia e mostrano anche un paesaggio ambientale e naturalistico di enorme rilievo”.


Pubblicato il 9 Maggio 2024

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio