Quotidiano di Foggia

“Il Cara di Foggia è l’emblema della vergognosa politica della finta accoglienza”

Leghisti all’attacco in Parlamento dopo il sevizio di La7 su Borgo Mezzanone

“Il Cara di Foggia è l’emblema della vergognosa politica della finta accoglienza”

“Un milione al mese per ammassare al limite della sopravvivenza 1500 presunti profughi nel degrado piu’ totale. Il Cara di Foggia e’ l’emblema della vergognosa politica della finta accoglienza della sinistra. Milioni per le Coop rosse. Ecco a cosa si riferisce Boldrini quando parla degli immigrati come risorse”. Cosi’ Massimiliano Fedriga, capogruppo alla Camera della Lega Nord che commenta il servizio de La Gabbia Open di mercoledì sera: “Ha smascherato, se mai ce ne fosse stato bisogno, i reali obiettivi di questa maggioranza”.  Fedriga annuncia che la Lega ha presentato un’interrogazione urgente al governo per avere “una risposta concreta in tempi brevissimi”. “L’integrazione dei vari Minniti, Boldrini, Renzi e Alfano che ogni giorno si riempiono la bocca di parole come solidarieta’ e umanita’ e’ solamente uno sporco business di persone che sta arricchendo le loro cooperative. Abbiano almeno il coraggio di uscire allo scoperto e non passare per i buoni che salvano i clandestini in mare per poi guadagnarci milioni ammassandoli come bestie” afferma. “Lo schiavismo del Cara di Foggia e’ finanziato dallo Stato. Pretendiamo che Minniti venga in Aula a riferire, vogliamo sapere chi gestisce questa struttura, i nomi degli schiavisti che si intascano un milione di euro al mese e ammassano migliaia di presunti profughi che non parlano una parola di italiano e che vivono in mezzo alla sporcizia, tra risse, spaccio, accoltellamenti, furti e aggressioni. Cosi’ Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al Senato.  “E’ intollerabile - aggiunge - questa connivenza delle istituzioni con un sistema fatto di omerta’, malaffare, traffico di carne umana al solo scopo di fare profitto alle spalle e a spese in termini di sicurezza della collettivita’. Noi non giriamo la testa, noi denunceremo questa situazione in ogni modo possibile e agiremo perche’ questa vergogna finisca”.

(02 Giu 2017) - Articolo letto 149 volte

INSERISCI UN COMMENTO
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio Non superare gli 800 caratteri, rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo Ho letto e accettato il regolamento, i termini e la privacy policy