Quotidiano di Foggia

"Bando Beni Confiscati", la Capitanata tra i progetti selezionati

Con la terza edizione del "Bando Beni Confiscati", la Fondazione Con il Sud finanzierà 17 nuovi progetti di valorizzazione di immobili sequestrati alle Mafie nel Mezzogiorno, per un totale di 6,8 milioni di euro. A darne notizia è la Fondazione stessa che, sul proprio sito, ha pubblicato l'elenco dei progetti scelti. Tra i selezionati c'è anche il progetto della cooperativa sociale di Cerignola "Pietra di Scarto", impresa nata nel 1996 con l'obiettivo di realizzare l'inserimento lavorativo di persone in difficoltà. Proprio a Cerignola, in un terreno e un immobile confiscato a Rosario Giordano, affiliato al clan Piarulli-Ferraro particolarmente attivo nella zona tra gli anni ‘80 e ‘90 e influente ancora oggi,  con un contributo di 319 mila euro sarà realizzato il progetto “Ciascuno cresce solo se sognato”, una filiera etica per la produzione e trasformazione del pomodoro che coinvolgerà i piccoli produttori ed i lavoratori vittime di sfruttamento, con particolare attenzione all’inclusione lavorativa femminile e dei migranti. La comunità locale, inoltre, sarà coinvolta in eventi di valorizzazione delle tradizioni popolari, spazi di produzione condivisa della passata di pomodoro per famiglie e gruppi, incontri formativi con bambini delle scuole primarie. Il progetto "Ciascuno cresce solo se sognato" della cooperativa sociale "Pietra di Scarto" è sostenuto dalla Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, dal C.t.m. Altromercato, Alpaa di Foggia, F.l.a.i. C.g.i.l., S.g.s. Agricola ed A.t.o. di Cerignola.

(15 Giu 2017) - Articolo letto 82 volte

INSERISCI UN COMMENTO
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio Non superare gli 800 caratteri, rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo Ho letto e accettato il regolamento, i termini e la privacy policy